Diario D'Artista
24 Giugno 2024

Come nasce un'idea?

iscrivitispotify
Traduzione
it
es
pt
en
fr
Diario D'artista
Diario D'artista
Come nasce un'idea?
Loading
/

Di sabato cammino. Quando riesco e trovo il tempo, mi faccio delle lunghe camminate per Roma. L'antica Roma, quella cinta dal Tevere, che si espone in tutta la sua bellezza senza però esibirsi. Non ne ha bisogno. Roma è Roma.

Camminando, mi vengono idee. Idee per il diario, idee per nuove storie.

Questa settimana ho finalmente completato la prima stesura del volume cinque dell'Anello di Saturno. Per chi mi segue da tempo, è facile immaginare come questo sia importante. È una saga che ho scritto per molti mesi, a cui mi sono dedicato anima e corpo per un'infinità di ore. Ho rinunciato a molti progetti cinematografici per potermi dedicare a questa storia che, come vedrete a breve con il secondo volume, che esce il primo agosto, cresce sempre di più.

L'Anello di Saturno è scritto in cinque volumi, come fossero cinque stagioni di una serie TV. Ogni volume è poi suddiviso in dieci capitoli, che sarebbero gli episodi. E poi, ogni capitolo è composto da precisi movimenti per renderlo autonomo ma allo stesso tempo portare avanti la trama. Insomma, è un lavorone! Il motivo di tutto questo? Perché sono figlio dei miei tempi, e voglio dare al lettore la possibilità di fermarsi senza interrompere il flusso, proprio come in una serie. In questo modo, non solo la saga è facilmente pensabile in un'ipotetico adattamento cinema/tv, ma possiede anche un proprio ritmo interno che culla chi la legge.

Oggi voglio parlare delle idee. Ne parlo spesso, è un mio tema ricorrente. Per me le idee sono intuizioni che provengono dall'osservazione, dall'ascolto della vita e anche da un'apertura di mente e di anima. Tutto questo è necessario per accedere a quel mondo sommerso, nascosto, che Kant chiama Il Noumeno. Il luogo dei non luoghi. Il luogo oltre il fenomeno, che esiste, ma non c'è dato conoscere.

Le idee sono vita, nascono. Una buona idea non esisteva prima della sua nascita. È proprio questo che la rende così attraente e preziosa. Spesso mi sono sentito dire che "l'idea non vale niente, è l'esecuzione che vale." Questo discorso, ahimé, è la fotografia del tempo in cui viviamo. Un mondo in cui il valore non sta nel mistero della creazione, ma nella sua mercificazione. Questa società ci insegna che vale solo ciò che può essere venduto. Per fortuna in Italia, vuoi per le radici culturali profondamente umanistiche che abbiamo ereditato dai nostri avi, vige ancora il pensiero che vi sono cose che hanno valore a prescindere dal loro prezzo. La vita, la salute, l'amicizia, l'amore. I valori, quelli veri.

Quindi io, che sono un umanista esistenziale, non posso che dare la priorità alle idee. Le idee valgono, tanto. Tantissimo. Perché averne di nuove non è facile. Richiede pazienza, ascolto e osservazione. Qualità che in questo furore sociale nel quale viviamo, tempestati di rumori, guerre, nervosismi e compiti da portare avanti fino alla fine della nostra vita, è difficile avere.

Quindi, per prima cosa, per avere idee bisogna avere tempo! Eccolo, il vero valore della vita. Chiedete anche all'uomo più ricco del mondo se potesse scegliere tra tutta la sua fortuna o cento anni di vita (sana) in più e scoprirete subito quale è il vero valore dell'esistenza: Il tempo. Se immaginiamo una buona idea come la figlia del tempo perduto ad ascoltare il mondo, allora ecco che il suo vero valore emerge.

Ma quale folle sciocco investirebbe la propria vita in una tale impresa?

Presente!

Amo perdermi. Amo la crisi. Amo le idee. Ho scritto tanto, ieri riguardavo un po' tutti i lavori che ho prodotto. Tre testi teatrali, cinque sceneggiature, due videogiochi, due libri non pubblicati, e poi la Divina Avventura, e ora cinque volumi dell'Anello di Saturno. In mezzo a questo, poesie, lettere d'amore e imprese di ogni tipo. Alla fonte delle mie azioni, c'è sempre un'idea. A volte buona, a volte scarsa, e poi, segue la fatica della realizzazione, onere che mi prendo io, poiché sono pessimo nel trovare collaborazioni.

Chissà, forse con l'Anello cambierà, e troverò un produttore interessato a svilupparne la serie. Le vendite stanno andando forte, sono uno scrittore emergente, ma i numeri che sta facendo la saga sono davvero ottimi, quindi, procedo con cautela e quando la saga sarà finita, ed emergerà il valore della mia idea per intero, sono certo che l'Anello di Saturno troverà il suo produttore.

Rileggendo questa pagina, mi rendo conto di essere caduto in un vortice di flusso di pensiero. Penso che sia questa la vera natura del diario: la condivisione dei miei pensieri, a volte intimi, a volte generalizzati, sulla vita, sul mondo, sul mio percorso d'artista.

Ho una domanda: pubblicando due volte a settimana, forse potrei fare un articolo "libero" e uno "a tema". Per quest'ultimo, ci sono degli aspetti che vorreste che io affrontassi? Se me li scrivete nei commenti, prometto di metterli nel diario. E di scriverci sopra. Vorrei che questo giardino, ormai più che fiorito, diventasse una vera fonte di dialogo tra me e voi, ma non solo nei commenti, ma nel cuore del testo che scrivo ogni settimana.

Quindi scrivetemi e ditemi se volete che affronti un tema, e lo farò.

Alla prossima pagina.

Rimaniamo in contatto. Ricevi ogni settimana il mio podcast nella tua casella di posta elettronica. É gratis 🎁
iscriviti
condividi questa pagina con chi potrebbe apprezzarla
Commenti dopo il banner
Luca e Anna, due adolescenti inquieti, si incontrano ad Anagni nell'estate del 1995. Lui, un parigino strappato alle sue radici; lei, una ribelle che fugge dalle tradizioni locali. Scopriranno una leggenda: chi troverà l'Anello di Saturno avrà il potere di cambiare il proprio destino.
Tocca e leggi la sinossi

L'Anello Di Saturno

Una saga romance fantasy, d'Amore e Destino.
scopri di piùLeggi primo capitolo
5 4 voti
Voto
Iscriviti alla discussione
Notifica di
guest
46 Commentsi
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Giuliana Barsanti
Giuliana Barsanti
11 giorni fa

Sono fuori tempo massimo, lo so,, ma mi è venuto in mente adesso l'argomento: l'amicizia tra uomo e donna. Sempre che ti piaccia, lo ritenga utile, e ti incuriosisca. Un abbraccio 🤗

Emanuela
Emanuela
12 giorni fa

Ciao Flavio …sei u Grande, passeggi per Roma, incantandoti di Lei …sei sempre affaccendato a Creare a pensare per poi mettere in atto i tuoi bellissimi pensieri come Libri, Poesie, Giochi, Teatro , Fiction Tv , sei un Vulcano di emozioni continue per Te e per noi che ti leggiamo e ti vediamo…
Perché una Donna non più giovane Non si può Innamorare di un Uomo più giovane di Lei? Perché ci si deve vergognare?🥺 ciao Flavio a presto

Elisa Mannelli
Elisa Mannelli
14 giorni fa

Se non sono troppo invadente, posso chiederle cos’hanno che non va I due libri non pubblicati? Cosa l’ha spinta, invece, a pubblicare “la divina avventura”?

Giovanna
Giovanna
15 giorni fa

Buongiorno, Flavio. Non sono qui per dirti quanto apprezzi il tuo lavoro e le tue idee perché, se così non fosse, ovviamente non sarei qui.
Cosa ne dici di parlare di autismo?
Tema molto particolare, che tocca molto da vicino la mia quotidianità. Ho scritto un racconto su questo argomento ma non l'ho mai pubblicato. Ti seguo, a presto.

Mariangela
Mariangela
15 giorni fa

Salve, Flavio. Questa ultima tua pagina mi ha particolarmente colpita per la serenità e disponibilità umana che vi colgo oltre al tema del discorso, in sostanza la creatività…
Prima nel mio profilo Fb, come sintetica mia descrizione , in evidenza, avevo scritto »Amo la creatività « e poco altro, che la dice lunga sul fascino che su di me esercita: sviluppo di fantasia, capacità di « lavorarla » liberamente per realizzare un progetto che nasce appunto con l’idea…, per cogliere la quale pazienza e tempo giocano ruolo determinante.
Ecco allora il senso di definire »coinvolgente » il tuo discorso,(come ho scritto in Fb) che ci parla di come nasca un prodotto artistico, su un terreno di intuizione privilegiata del mondo, sempre osservato con curiosità, indagato con attenzione, vissuto, con partecipazione e grande apertura, disponibilità e generosità atteggiamenti dominanti..,E ci racconti di te , delle tue lunghe passeggiate il sabato per la Roma antica, suscitandomi in po’ di invidia anche se le mie, , quando sono in vena ,pur di diversa natura, non sono da meno per le emozioni che possono suscitare, sul litorale ligure ,il profumo e la voce del mare a fianco, che tutto rinnova e colora…
In questo passo del tuo scritto, Il tuo discorso mi suggerisce l’impressione e la valenza il di un’Inquadratura cinematografica, così che immagino la tua bella figura e il tuo volto espressivo in primo piano tra le gloriose vestigia della nostra città eterna…anche la mia fantasia galoppa…
Tornando al concreto, sono
lieta di sapere che hai terminato di scrivere la saga, che tanto
ti ha impegnato ( e precluso di attività attoriale)e ti ringrazio
per il »lavorone » compiuto nonché per la sollecitudine con cui ti ci sei applicato per rispettare i tempi di marcia, anche se noi lettori egoisticamente sentiamo l’urgenza di accorciarli per ansia di proseguire il dipanarsi del racconto.
Grazie anche per il progetto di coinvolgerci attivamente nella stesura del tuo prezioso diario quali suggeritori di argomenti e tematiche da tratfare, sempre con la generosa tua volontà di dialogo con noi.
Sei davvero una bella persona, Flavio, che si fa voler bene tanto più che mostri verso il tuo pubblico una disponibilità assolutamente non scontata da parte di un Artista.
Disponibilità, impegno, serietà, ricchezza di produzionione e sua poliedricità, con autentica ispirazione creativa prioritaria su qualsiasi altra
sollecitazione , tutte tracce di un sicuro talento che presto riceverà certamente nuovi , più larghi consensi , così come meriti.
Grazie. Felice nuovo giorno, aspettando per cominciare la tua nuova pagina di diario e poi tutto ciò che du bello e buono saprai offrirci.
Maria Angela

Marinella
Marinella
16 giorni fa

Bravo , io sono nata nel 1964, sono stata una bambina felice ,ho potuto crescere nel bene e nell'incanto. Questo mi salva ancora, ho anche sofferto perché in una buona famiglia c'è sempre qualcosa che non va ma tutto sommato come dicevo bene🖐️. L'incanto che ho avuto mi dà sempre idee. Quindi nella mia normalità mi sento fortunata, risolvo gran parte dei problemi così con l'incanto e le idee che mi dà. Saluti 😘

Olesia Liardo
Olesia Liardo
16 giorni fa

È vero....per formulare idee serve tempo e pazienza.....direi anche i contesti adeguati.......a volte anche solo guardare il mare può essere spunto di tante meravigliose idee o riflessioni.
Grazie Flavio per raccontarti sempre a noi regalandoci momenti di grandi riflessioni.....e perché no .....anche di tanta generosità non sempre presenti in diversi artisti.....ma i grandi come te ne fanno dono al proprio pubblico
Alla prossima

Belkis
Belkis
16 giorni fa

Ciao Flavio. I enjoy whatever you write. Mille gracie.

Copyright © 
2024
 Flavio Parenti. Tutti diritti riservati.
css.php
46
0
Clicca per commentarex