Diario D'Artista
11 Maggio 2023

#027 Il futuro dell'arte nell'era degli algoritmi

iscrivitispotify
Traduzione
it
es
pt
en
fr
Diario D'artista
Diario D'artista
#027 Il futuro dell'arte nell'era degli algoritmi
Loading
/

Oggi tocco un tema caldissimo: Il futuro dell'arte in un mondo di algoritmi...

Spesso rifletto sulla figura dell'artista e sulle difficoltà che dovrà affrontare negli anni a venire: Il mondo si trasforma, evolve, e noi continuiamo ad osservarne i dettagli cangianti ogni giorno, senza sapere se esserne terrorizzati o affascinati.

Come ho già affermato, immagino l'artista come un esploratore di mondi. Se dovessi immaginarlo ai tempi in cui il sapiens ancora migrava, l'artista sarebbe colui che partiva - da solo - alla ricerca di qualcosa oltre la foresta e, dopo alcuni giorni, tornava con una storia da raccontare davanti al fuoco. Forse non aveva carne o acqua, ma portava entusiasmo, stupore, energia e amore. Ecco ciò che, a mio avviso, alimenta l'artista dentro di noi; sono queste le qualità che devono emergere nel momento in cui una storia - qualsiasi storia, che sia scultura, danza, architettura, musica o poesia - viene raccontata.

Ma ora, con l'arrivo degli algoritmi generativi, come si devono comportare gli artisti? Fotografi, illustratori e ora anche scrittori e musicisti (e presto attori, registi, montatori) temono l'avanzata degli algoritmi, capaci di produrre contenuto infinito, sempre diverso e perfetto come una sfera stampata in 3D. È dunque questo il futuro che ci aspetta? Un panorama artistico di pillole perfettamente sferiche, senza difetti, che nutrono i nostri desideri nel modo più "corretto" possibile in base ai nostri profili social? Il Dio macchina sta per dominarci con una carezza? E se fosse così, allora quale futuro ci sarebbe per l'arte?

Ma in tutto questo, la vera domanda che io pongo gli artisti è: pensate davvero che lo spettatore si accontenterà della riproduzione meccanica e perfetta di ciò che è già stato fatto? Credete che la vita si limiti a galleggiare placidamente nel costrutto artificiale di ciò che è, in effetti, morte? Perché ciò che viene generato dall'algoritmo di intelligenza artificiale non è altro che la somma di ciò che è già stato creato. L'algoritmo è un Moloch che assorbe e rigetta. È uno strumento, non un creatore. È una calcolatrice. Utile se si ha qualcosa da fare o da dire.

Vi faccio un esempio. Quanto stupido può sembrare una persona che chiede a una calcolatrice di fare 123523532543/346674534 ed esulta quando ottiene il risultato? Completamente stupida, perché di per sé il calcolo non è interessante. Ma se mi dite che questo calcolo serve per capire quanto carburante deve essere messo in un motore per compiere tot chilometri per arrivare su Marte, ecco che la calcolatrice trova il suo giusto contesto di utilizzo.

Tornando alla figura dell'artista in questa nuova era tecnologica, credo che debba fare ciò che sto cercando di fare io: sviluppare una relazione diretta con chi lo segue. Non affidarsi più alle piattaforme (Facebook, Instagram, ecc.), ma creare un legame il più diretto e concreto possibile con chi lo apprezza, per generare un piccolo giardino di speranza e arte in cui prosperare. Ed è questa la funzione di "Diario D'artista", del sito e di tutto ciò che vedete. È il mio modo di creare un legame con voi. Ed è l'unico futuro possibile per l'artista: una "rete" che lo lega a coloro che vogliono viaggiare con lui.

"La divina avventura" è solo la punta di questo gigantesco iceberg che sto cercando di costruire, ma che non avrebbe senso se non ci foste voi a seguirmi.

Quindi questa pagina la dedico a te, che mi stai leggendo, che mi segui, che guardi le fiction in cui partecipo, che magari conosci "Sogno Farfalle Quantiche" o "#ByMySide", che hai seguito la follia di "Days" e che ora tifi perché questo libro abbia successo.

Grazie di cuore, senza di te, io non sarei qui.

Rimaniamo in contatto. Ricevi ogni settimana il mio podcast nella tua casella di posta elettronica. É gratis 🎁
iscriviti
condividi questa pagina con chi potrebbe apprezzarla
Commenti dopo il banner
Luca e Anna, due adolescenti inquieti, si incontrano ad Anagni nell'estate del 1995. Lui, un parigino strappato alle sue radici; lei, una ribelle che fugge dalle tradizioni locali. Scopriranno una leggenda: chi troverà l'Anello di Saturno avrà il potere di cambiare il proprio destino.
Tocca e leggi la sinossi

L'Anello Di Saturno

Una saga romance fantasy, d'Amore e Destino.
ADS_Banner_Scopri_di_piu
Leggi gratis
0 0 voti
Voto
Iscriviti alla discussione
Notifica di
guest
61 Commentsi
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Irma
Irma
1 anno fa

L’ imperfezione e ciò che e ci distingue dall’intelligenza artificiale dove si trova la perfezione nell’imperfezione ma in questa maniera si creano anche nuovi modelli e nuove connessioni… Alla fine non è largo ritmo a dare senso al mondo ma siamo noi .
Le piattaforme hanno l’utilità di metterci in connessione cosa che prima era impossibile.
E questo è il grande dono delle piattaforme online ma non è importanza della perfezione.
Siamo noi a costruire il mondo e dobbiamo continuare a lottare per renderlo sempre più colorato e su questo servono gli artisti dare colore a un mondo grigio e blu, e L’ arista si fa ‘ sempre più forte se sostenuto dai suoi sostenitori, fan o come si vogliono chiamare, sono loro l’energia vitale dell’artista.
Quindi avanti tutta Flavio sei stato uno dei pionieri e a trattare questo argomento siamo con te!

Domenica Lupia
Domenica Lupia
1 anno fa

Grazie Flavio, leggerti ed ascoltarti è sempre un bel momento. La tua voce è rilassante, ci fai viaggiare in un mondo fantastico. Quello che scrivi emoziona e arricchisce chi ti legge. Una abbraccio 💓

Mariantonietta Tripodi
Mariantonietta Tripodi
1 anno fa

Caro Flavio grazie per i tuoi articoli. Non ti ho seguito con costanza ma appena possibile ti leggo volentieri. Potrei mandarti delle poesie che ho scritto? O non preferisci questo tipo di condivisione? Per me è uguale... ti seguirò in ogni caso ..

Laura Aspromonte
Laura Aspromonte
1 anno fa

Spero di aver capito cio che volevi dire grazie per il nuovo diario di oggi

Flavio Parenti
Flavio Parenti
1 anno fa
Rispondi a  Laura Aspromonte

Prego 🙏

Alberta Sorrentino
Alberta Sorrentino
1 anno fa

Ti accompagno 🚶‍♀️

Stefania Vaglica
Stefania Vaglica
1 anno fa

Ho commentato via mail l articolo 🫠

Patrizia Cantalanotte
Patrizia Cantalanotte
1 anno fa

Bravo complimenti.

Flavio Parenti
Flavio Parenti
1 anno fa

grazie

Barbara Sansone
Barbara Sansone
1 anno fa

Meraviglioso❤️❤️

Rosa Morelli
Rosa Morelli
1 anno fa

Complimenti bellissimo articolo ho provato una bellissima emozione Flavio Parenti 😘

Flavio Parenti
Flavio Parenti
1 anno fa
Rispondi a  Rosa Morelli

grazie

Laura Aspromonte
Laura Aspromonte
1 anno fa

davvero grazie ci dai sempre belle emozioni😍🙏

Laura Aspromonte
Laura Aspromonte
1 anno fa

lo smarrimento è comune per ogni lavoratore restiamo umani ed è facendo il tuo blog che l'arte ritrova e meglio da il meglio dell'opera dell'artista e ci permette di conoscere chi la fa e alla fine l'algoritmo diventa relativo se l'artista porta l'opera d'arte alla tua maniera film ,teatro fiction hanno anime e storie come sculture poesie foto dipinti🥰

Sabrina Giordano
Sabrina Giordano
1 anno fa

Complesso ma come sempre fluido e scorrevole che ti porta in un fiato a leggerne il significato.
Algo- ritmo per cosi dire "letterario- filosofico non numerico.
Cmq concordo in pieno, con l' idea dell' artista in questo articolo.
Ben vengano le reti umane e filosofiche Flavio sono un' altra storia!

Cristina Bocchi
Cristina Bocchi
1 anno fa

Questo articolo.... ennesima meraviglia❤ Ho provato bellissime emozioni ho provato nel leggerlo!!! 😍

Flavio Parenti
Flavio Parenti
1 anno fa
Rispondi a  Cristina Bocchi

Cristina Bocchi ho la sensazione che forse è un po' troppo complesso, no?

Cristina Bocchi
Cristina Bocchi
1 anno fa
Rispondi a  Cristina Bocchi

Non è complesso. Tu scrivi cose molto semplici che arrivano al cuore, grazie per le emozioni che mi fai provare anche attraverso questi post! ❤

Flavio Parenti
Flavio Parenti
1 anno fa
Rispondi a  Cristina Bocchi

Cristina Bocchi meno male, a volte temo di essere fin troppo complicato, anche quando provo ad essere semplice

Fabrizio Lena
Fabrizio Lena
1 anno fa

Nessun algoritmo riuscirà mai a rimpiazzare la creatività umana e, comunque, nessun algoritmo potrà mai esistere senza il genio dell'uomo. Sono probabilmente un inguaribile filantropo ma nulla al mondo sarà mai perfetto più dell'uomo.

Anna Maria Speciale
Anna Maria Speciale
1 anno fa

Dirti che mi sono commossa e dirti poco,ti ascolto con piacere,anche perché la tua voce inebria,ti ascolto con le cuffie e col massimo silenzio,la tua lettura e il modo di recitare ciò che scrivi prende il cuore 👏👏👏👏👏

Giuliana Barsanti
Giuliana Barsanti
1 anno fa

Sento particolarmente diretta questa pagina, e parto dall’ultimo argomento per andare all’inizio, quando proprio attraverso la conoscenza delle tue web series, molti di noi, hanno cominciato a capire quanto ci fosse da scoprire di te, oltre l’attore. Sorpresa alla prima visione, discussioni, commenti. E le molte visioni successive hanno continuato a rivelare dettagli di contenuti e bellezze estetiche e bellezze estetiche con contenuti, insomma l’evidenza dell’opera d’arte, sempre viva. Sono certa che tu abbia usato la più moderna tecnologia, eppure in Sogno Farfalle Quantiche hai apportato non so quante correzioni manuali ! L’intelligenza artificiale affascina e spaventa, ma nella forte convinzione che non possa mai “sostituire” la mente umana, anche se rido pensando al robot che ci chiede di confermare che non siamo un robot 😅 e in Uzbekistan quando ci dissero :questa è la tomba di Algoritmo (al-Khwarizmi) 😊 Credo che dovremmo alimentare di più la curiosità, nutrire spiriti critici e creare dibattiti come fai tu, qui e ora, ed è infatti questo l’aspetto che rende geniale il legame diretto che hai creato attraverso questo diario. Per quanto mi riguarda, come spettatrice, ritengo un appiattimento perfino i remake e li escluderei dai premi. Grazie per averci dedicato questo spazio prezioso, aspettiamo La Divina Avventura, anche se l’idea della punta dell’iceberg un po’ m’inquieta, ma mi fido, e poi c’è la rete che ci lega.

Giuliana Barsanti
Giuliana Barsanti
1 anno fa
Rispondi a  Flavio Parenti

Infatti La Divina Avventura parla già molto per te, pur non essendo ancora uscita, e tu già stai tracciando il prossimo libro. Grande 👍

Giusy Pero
Giusy Pero
1 anno fa

Caro Flavio, questa volta ti sei davvero superato. Questo articolo è centra perfettamente il ruolo del creativo. Entusiasmo, stupore, energia e amore sono esattamente ciò che cerco quando vado ad un concerto, ascolto un brano musicale, ammiro un quadro, leggo un libro, guardo un film o una fiction. Da spettatrice non mi interessa la perfezione, ma la qualità e l'emozione e se è vero che l'uomo non potrà mai raggiungere la perfezione ritengo altresì che sia importante impegnarsi al massimo per avvicinarsi ad essa il più possibile, con la consapevolezza che a volte anche qualche imprecisione può creare emozione. Trovo un'iniziativa lodevole creare un legame diretto con i propri followers al di là delle piattaforme social, l'importante secondo me, affinché questo legame sia veritiero è non farlo solo nel momento della promozione del proprio prodotto, ma mantenerlo anche quando non ci sono nuovi progetti, seppur in maniera magari più limitata e diradata. Infine sono io, che conosco tutte le cose che hai citato, a ringraziarti perchè senza di te non sarei qui, nella casa da dove ti sto scrivendo, non avrei compiuto determinate scelte nella mia vita e non avrei conosciuto persone con cui ho instaurato un bel rapporto di amicizia. Illuminante è stata per me questo video che risale a un po' di anni fa e che lascio per chi non lo conoscesse. Buona serata!
[embed_commentpress type="youtube" id="q2nmFFthITE"]

Laura Aspromonte
Laura Aspromonte
1 anno fa

algoritmo è qualcosa che capisco relativamente dato che non conosco molte cose di computer e per di più come nerd fai da te comunque se l'algoritmo è troppo freddo e privo di contesto specie umano mi sembra un ottima idea
rimanere in contatto con i propri sostenitori in maniera diretta e sincera come fai tu in effetti è tale se ha ancora ha il cuore che riesci a metterci tu in questa agorà di pensieri in cui ognuno da un contributo per cui alla fine assistere alla storia è come stare attorno ad un falo a condivere una storia o pensieri e così il film la scultura la fiction o qualsiasi formad'arte che ci presenti sono riflessione pensiero emozione e c'è un rapporto umano con chi l'ha prodotto e la gioia di aspettare con te La divina Avventura o Margherita dalle stelle o di gioire di premi e obbiettivi raggiunti come il paradiso delle signore .
Di tutto ti ringraziamo per il tuo lavoro e il rapporto umano che crei con noi
grazie Flavio

Samantha Laducara
Samantha Laducara
1 anno fa

Non esiste arte se non c'è uno scambio, di qualsiasi tipologia, specialmente uno scambio emozionale.
Un algoritmo è una mera operazione matematica, trasmette freddamente ed esclusivamente dei dati oggettivi indiscutibili.
Non credo che neppure in futuro l'arte possa essere sostituita come prodotto di un' azione informatizzata.
L' azione informatizzata invece, sicuramente potrà mettere in comunicazione e condivisione facilmente al fine di dare origine ad una rete, quindi ad interazioni fra più.
Apprezzo, infatti, molto la tua definizione di “rete” che lega l'artista a coloro che vogliono viaggiare con lui, peoprio il modo in cui ci hai coinvolto nella tua creazione, nel tuo modo di fare arte.

Andrea
Andrea
1 anno fa

Restando in tema col tuo romanzo: "sopra a un tappeto di morbido muschio". Immagini che si possono sentire 🏞️ Ma vallo a spiegare a un algoritmo. Chiaro, l'algoritmo non dirà mai "non mi viene la parola giusta per esprimere quello che sento". L'algoritmo la parola giusta la trova di sicuro. Il problema è che non sente un bel niente 🙂

Stefania
Stefania
1 anno fa

Ciao Flavio , è un piacere seguirti e leggere i tuoi articoli, che dire il mondo è in continuo cambiamento e noi non possiamo che adeguarci ad esso.🫠

CINZIA DELLO SPEDALE
CINZIA DELLO SPEDALE
1 anno fa

Ciao, Flavio.
Beh, una no-nerd come me si trova in difficoltà a commentare il tuo articolo, comunque molto interessante.
Bello il tuo finale in cui dici che una rete fra noi è utile per restare collegati.
Anche noi abbiamo infatti bisogno del tuo 'essere artista'...
Grazie.
A presto,
Cinzia

Lisa
Lisa
1 anno fa

Grazie per questa tua visione. È molto bello questo aspetto dell’ umanizzare ciò che un tempo (o ancora adesso?) si tendeva a divinizzare, come la professione di attore. La perfezione (che non è nemmeno dell’AI perché sbaglia) è visto come attributo divino, ma recuperare anche “l’anello che non tiene” nella ricerca dello stupore è una visione molto d’artista.
Del resto, il Vangelo di Tommaso inizia proprio con la ricerca dello stupore…
❤️

Laura
Laura
1 anno fa

Argomento stimolante. Con me sfondi una porta aperta. Ho dedicato molte letture sul rapporto tra ad esempio competenza di lettura, saper leggere, e mondo digitale. Molti psichiatri americani stanno trattando questo tema, ad esempio Marianne Wolf. Quello che dici é molto vero. Per me la questione sta anche in noi spettatori:saper guardare ad un livello profondo, farci interpellare, non subire passivamente. Niente di più triste che farci addomesticare nei nostri desideri. Dobbiamo essere noi a provocare, creare uno straniamento rispetto a questi algoritmi, scardinarli nella loro coazione a ripetere come hai detto bene. Però dobbiamo darci noi le nostre risorse interiori, non farcele dare dall'esterno. E questo è un cammino faticoso, lungo, richiede pazienza, lettura, profondità. Questo fa poi venire fuori l'artista vero, l'attore bravo, lo sceneggiatore, il regista. Sta a noi farlo emergere!! Non agli algoritmi!

Laura
Laura
1 anno fa
Rispondi a  Flavio Parenti

É proprio così! Anch'io ti seguo da parecchio e ho conosciuto le cose che hai fatto. Sei stato un appiglio importante in un momento di acque agitate, con l'emozione che mi hai trasmesso come persona, prima ancora che attore. Non mi sembra vero a distanza di quasi dieci anni di trovarmi in questa bellissima Agorà, per tua volontà!! Siamo noi che rimaniamo stupite e grate ogni giorno!

Luna
Luna
1 anno fa

Ciao, sono d'accordo con te sull'intelligenza artificiale e i suoi algoritmi. La maggior parte della gente, secondo me, non riesce ad emozionarsi davanti a opere originali e non riproducibili ( ad esempio pittura, scultura).
Grazie a te, Flavio, che hai aperto la possibilità di conoscerti meglio e condividere i tuoi pensieri con gli altri. Buona giornata

Copyright © 
2024
 Flavio Parenti. Tutti diritti riservati.
css.php
61
0
Clicca per commentarex