19 Ottobre 2023

La crisi dell'artista

Essere uno scrittore è una sfida complessa: abbinare l'arte della scrittura all'impresa e al successo. Per affrontare questa sfida sto scrivendo l'Anello di Saturno, una serie di cinque volumi che spazia tra i generi di romance, drama, thriller e mystery. Ma scrivere non è facile, richiede innumerevoli ore di lettura, ricerca e studio. La mia crisi verte su come far diventare la scrittura un lavoro redditizio.
Diario D'artista
Diario D'artista
La crisi dell'artista
Loading
/

Ieri ero in crisi nera, non sapevo se continuare a scrivere. Succede.

La mia crisi verteva sulla fattibilità economica della scrittura, sulla mia abilità, in un modo o nell'altro, di rendere questa arte un lavoro redditizio. Una sfida a dir poco colossale.

Ora recito, ho un lavoro fortunato, che ho conquistato negli anni, più di 20 di carriera. Invece nella scrittura sono agli inizi, sto facendo la gavetta, se così si può dire, e va bene così. Ma è evidente che da una parte (la recitazione) ho il successo, dall'altra, invece, faccio fatica e ancora non ho trovato il mio pubblico.

Piano piano sento che sta arrivando, che è qui dietro l'angolo, che ci stiamo per incontrare. Ma un libro non basta per dimostrare di saper scrivere, o di essere uno scrittore. Nemmeno il diario basta, devo scrivere altri libri.

"Devo."

Ecco che con questa parolina, l'hobby diventa professione, ecco che entra in gioco la disciplina, quella la volontà ferrea che ti obbliga a produrre a fare, a vendere. Ma l'arte in tutto questo dove finisce? Rischia di essere dimenticata?

É un discorso complesso e vecchio come il cucco, ho scritto tanti articoli a riguardo e non voglio ripetermi, ma la convivenza tra arte e impresa è davvero un ambito delicato, nel quale vi è una crisi ad ogni incrocio.

Il motivo per cui sto affrontando "l'Anello di Saturno" come una serie di cinque volumi è vario, ed è sia artistico che imprenditoriale. Da una parte, la mole di scrittura richiesta è enorme, almeno quattro volte la Divina Avventura, e il rischio che mi prendo è piuttosto alto: perché voglio scrivere tutta la serie prima di pubblicarla, in modo da avere una forte coerenza tra i volumi.

Ma se per caso il primo volume non piace? Avrò scritto altri quattro volumi "a vuoto" (sempre parlando del lato impresa della scrittura, naturalmente. Il processo di scrittura artistico non è messo in discussione).

Quindi, per abbassare un po' questo rischio d'impresa, se possiamo chiamarlo così, ho scelto un genere che sapevo potesse interessare anche gli altri, il "romance". Poi la serie, come vedrete, si svilupperà attraversando, da volume a volume, tanti altri generi, il drama, il thriller, il mystery e altri che non dirò per non rovinarvi la sorpresa.

E poi, oltre l'impresa - dietro l'impresa - nel cuore, c'è l'arte della scrittura.

Scrivere è un processo strano, è un misto di creatività pura, di strutturazione quasi architettonica, di immaginazione, ricerca e studio di altri scrittori. É bellissimo, arricchente, divertente. É un'arte alla quale ho dedicato migliaia di ore di lettura di manuali, manoscritti, consigli, studi.

Quindi oggi proverò ad alzarmi con una volontà rinnovata, con la consapevolezza che ho scelto di seguire una strada, quella della scrittura, che non è facile, e che soprattutto sembra essere tra le più difficili da far diventare economicamente viabili. Ma ci voglio provare. Se non ci riuscirò con l'Anello di Saturno, allora ci proverò con la prossima e la prossima ancora.

Non è certo venuto il momento di arrendersi. Però ecco... penso che l'età porti ad un "abbassamento" della soglia di resa. Più passano gli anni, più ci si arrende facilmente. Forse per paura, forse per stanchezza, chissà.

Quindi è fuori discussione fermarsi: questa è la mia ultima grande mossa - probabilmente - e me la voglio giocare fino in fondo.

Oggi voglio ringraziare questo diario. Queste strane pagine, nate un po' per caso, dentro le quali spazio nei miei pensieri, scavo e scopro dentro di me risposte che non conoscevo. É un processo che mi aiuta ad andare avanti, e allo stesso tempo, a raccontarmi a voi in un modo che mai avrei pensato possibile.

Che strana avventura, la vita.

Alla prossima pagina.

Ricevi i prossimi articoli via mail 📩

Leggi. Viaggia.

Scopri un'avventura fantastica ed esistenziale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

35 commenti su “La crisi dell'artista”

  1. Vai avanti Flavio, succede nel corso della vita di avere momenti difficili. Ti ascolto con piacere e sei un bravo attore e continuando ad ascoltare il tuo diario chissà forse anch'io riuscirò ritrovare la grinta perduta. Un abbraccio

  2. Succede a tutti di avere dei momenti no, l'importante è non dimenticare mai il nostro obiettivo, dove vogliamo arrivare!
    Bisogna essere determinati e non mollare mai.
    Forza Flavio!
    Alla prossima pagina. 😉

  3. Oltre alla sua carriera di attore, leggere Diario d'Artista dimostra che è un abile creatore, produttore e scrittore.
    Penso che sia un grande talento essere in grado di esprimere i propri pensieri e opinioni in modo eloquente, piuttosto che usare le battute di un'opera teatrale.
    Inoltre, creare una storia richiede non solo talento, ma anche passione, energia e dedizione, quindi non è qualcosa che può fare chiunque.
    Per me, che non ho quelle qualità, sei proprio come Flavio Da Vinci!
    La letteratura giapponese ha un genere chiamato saggi, in cui scrittori e celebrità scrivono liberamente dei loro affari personali, diari di viaggio e pensieri, che vengono letti come articoli a puntate su riviste settimanali o mensili e successivamente pubblicati come libro.

    Nell’era dei SNS, molte persone comuni possono facilmente inviare messaggi e
    i generi si sono mescolati.
    Ma il suo diario è la scrittura di un vero artista ed è intellettualmente stimolante. Grazie, Flavio!

  4. Eh già... La vita è proprio una strana avventura... E tu anche nella scrittura metti tutta la tua anima e il tuo impegno al massimo... Penso che anche "l'Anello di Saturno" sarà un tuo capolavoro che arriverà nel cuore del tuo pubblico lettore.... 💪👏❤️😍✨

  5. Quante persone vorrebbero essere come te,un uomo bello, aristocratico e di successo. Goditi quello che il buon Dio ti ha dato!!!

  6. È vero....forse il tempo che passa ci rende più fragili e meno pazienti....ma se crediamo in un nostro progetto dobbiamo portarlo avanti....un credo che non deve essere interrotto dalle nostre paure.
    Vai avanti caro Flavio e porta avanti il tuo progetto con la stessa determinazione dimostrata ad oggi.
    Un abbraccio

  7. Raccontarti a noi !!!!! È una bella cosa, non ti fermare. Continua con la tua arte in tutte le sue espressioni.

  8. Ciao Flavio🎠Vorrei che tu fossi felice🎠Mettiti in attesa🎠niente trasforma l'origine tua🎠scopri il tuo dentro🎠tendi l'equilibrio al tuo filo🎠sarai libero🎠attendi🎠sta a te sentire cosa manca🎠se al tuo centro manca pane🎠o quale fame🎠attendi🎠tutto sboccia quando è consentito🎠se ti chiedi perché le parole a periodi sono tantissime🎠e altre volte sono trattenute da energie impossibili🎠capirai che tutto guidato è🎠Ricorda" l'Amore libera te🎠libera chi ti vuole🎠libera chi non ti vuole🎠Attendi🎠Un abbraccio luminoso Isa🎠

  9. Credo che se scrivere è una passione bisogna farlo , senza pensare ad un pubblico o ad un possibile guadagno. Avere dei dubbi, è naturale ma l'arte ha sempre il sopravvento, se c'è.

  10. Eccomi di nuovo a commentare, Flavio. Sono contenta leggendo della tua determinazione a portare avanti il progetto creativo in cinque volumi da te illustratatoci qualche tempo fa, che personalmente davo ormai per scontato.
    Mi ha sorpreso perciò apprendere della crisi recente anche se ormai la ritengo superata.
    Il problema del rapporto tra Arte e suo ritorno economico esiste veramente, specie per la scrittura, ma un’attitudine così spiccata come la tua non può essere soffocata. Per me è irrinunciabile.
    Per fortuna, poiché hai scelto di continuare nel tuo progetto, ti consiglio di dedicarti alla scrittura quanto più puoi , assecondando l’impeto del tuo impulso creativo, con la passione e la professionalità che ci hai già dimostrata ne” La Divina Avventura”.
    A lavoro finito, per noi saperlo sarà motivo di gioia ed emozionante avere nelle mani i tuoi cinque volumi. Sarà una vittoria, se mi consenti, anche un po’ di noi tutti che dal suo inizio abbiamo tifato per te.
    Non concordo però quando ipotizzi che con gli anni si perda grinta e sia più facile rinunciare, tutt’altro proprio perché si ha la consapevolezza di avere le ultime chances a disposizione, come ti renderai conto più tardi.
    Mi raccomando non ascoltare suggestioni negative e demotivanti….Alla prossima pagina. Buona serata.
    Mariangela
    p.s. Complimenti al tuo illustratore, oggi particolarmente ispirato…😛

  11. Purtroppo ci sono giorni in cui vuoi arrenderti, perché è andato male qualcosa e ci pensi e pensi, anche se sono passate ore, si è stati determinati nel cercare in quello che è giusto per noi stessi. Però come hai detto non bisogna arrendersi, bisogna credere in questi momenti più che mai alla speranza

  12. La crisi è quella situazione che ci permette di scoprire le nostre risorse più profonde, anche se quando sopraggiunge non è certo piacevole. Da lì però si rinasce più forti e penso sia un elemento che si incontri sempre quando si sta facendo qualcosa di importante. Il "devo" è il contrario della passione. Quando ci si dice devo è perchè ciò che si fa non è più frutto di un piacere. Proprio ieri ascoltavo Alessandro D'Avenia argomentare così: "Passiamo la vita a fare ciò che il mondo si aspetta da noi anziché ciò che ci rende vivi. Ma se sapessimo di morire tra una settimana cosa faremmo?" Sicuramente la prima cosa che farei sarebbe abbandonare un mestiere che ho voluto fare e che negli ultimi tempi è tanto cambiato. E tu? Scriveresti nella tua ultima settimana? Perché se la risposta è sì questo è ciò che devi fare al di là del successo o meno. Bisognerebbe ricordare a se stessi ogni giorno di fare ciò che ci rende felici.
    Riguardo al Diario, esso ha sicuramente un effetto catartico e di riflessione non solo per te che lo scrivi ma per ognuno di noi che trova un pezzetto piccolo piccolo della propria vita da dedicare a te.

22 Febbraio 2024
Il coraggio della rinuncia

In tutti noi vive Icaro: dilemmi tra razionalità, desiderio e scelte che ci definiscono attraverso rinunce coraggiose.

19 Febbraio 2024
Il potere della memoria

La memoria, uno scrigno segreto che incanta e sfugge, plasmando identità e arte, meravigliosamente misterioso

15 Febbraio 2024
Come credere in noi stessi

Come credere in noi stessi? Circondandosi di chi crede in noi, apprendendo dai maestri, curando corpo e mente e selezionando con cura ciò che nutre l'immaginario. Sono alcune delle chiavi essenziali.

12 Febbraio 2024
La fragilità dell'artista

In questo universo di dubbi, oggi mi sento fragile, temo la conclusione della mia saga e cerco un equilibrio tra volontà e destino, chiedendomi se lotto contro mulini a vento.

8 Febbraio 2024
La buona scrittura

Riflettendo sulla revisione della mia saga, capisco che separare scrittura da editing e uccidere i propri pezzi "preferiti" sono passi cruciali per migliorare.

5 Febbraio 2024
Il talento della volontà

Dubitare del proprio talento è normale, ma scoprire che la volontà aiuta a superare le incertezze mi conforta.

1 Febbraio 2024
Una sorpresa per te

Discuto dei limiti della densità della mia prosa, del mio amore per la poesia sintetica, di come voglio riuscire ad unire i due aspetti. E poi... una piccola sorpresa 🎁

29 Gennaio 2024
Un firmacopie disastroso

In questo racconto divertente, condivido la mia esperienza deludente durante un firmacopie senza adeguata accoglienza, riflettendo sull'importanza del rispetto.

Copyright © 
2024
 Flavio Parenti. Tutti diritti riservati.
css.php