20 Novembre 2023

Una giornata particolare

Un'intima riflessione. Tra l'ispirazione di Eminem e la gestione degli obiettivi, parlo di un racconto personale sul bilanciare arte, famiglia e autorealizzazione.
Diario D'artista
Diario D'artista
Una giornata particolare
Loading
/

Oggi non ho voglia di scrivere, non ho voglia di parlare. Ci sono giorni in cui il silenzio è il miglior amico del pensiero. Ma poi, ripenso ad Eminem, che ogni giorno scrive chilometri di testo. E alla domanda "Ma poi cosa fai con tutti questi brani?" lui risponde "Questi non andranno mai in registrazione, questi li scrivo per non perdere la penna."

Non perdere la penna. Mi piace come espressione, non voglio perderla nemmeno io. E poi, questo spazio è anche un luogo dove, attraverso la scrittura, scavo dentro di me, mi cerco, provo persino a parlarmi, a chiedermi come sto.

La vita è complessa, più si va avanti e più i pezzi in gioco sono tanti, e ogni scelta diventa una ragnatela di conseguenze che sembrano andare aldilà della nostra capacità di comprensione. E quindi come fare? Come agire? D'istinto? Oppure scrivendo tutto su un pezzo di carta e poi rileggersi per capire dove siamo?

Non lo so.

Una cosa che mi aiuta, quando sono perso, è proprio questo scrivere. Questo dedicarmi a qualcosa che produco, che realizzo e che poi vi regalo. É un piccolo obiettivo, un mattoncino in quello che poi, un giorno, sarà la raccolta di un mio periodo.

Mio padre, un giorno, mi disse che il segreto della felicità è riuscire a fare una cosa al giorno. Farla, finirla. Io per quello che riguarda i miei obiettivi, che siano quotidiani o a lungo termine, uso una applicazione che si chiama "ToDo". Ho suddiviso i miei obiettivi in varie categorie. Ci sono le attività da fare a breve, e poi ci sono i miei progetti, il diario d'artista, l'anello di saturno, il paradiso delle signore, e poi ci sono categorie selvagge, come "idee di scrittura" oppure "libri e film da guardare e leggere".

Ne ho anche una che è "La casa perfetta" in cui metto ogni cosa/idea che trovo e che mi ispira per una casa dei sogni. Dentro ci sono cose assurde come "un pianoforte a coda che suona da solo in salone" oppure "Accanto ad un mercato" e molte altre chicche che disegnano una parte di sogno che un giorno, chissà, forse realizzerò.

La settimana è stata complessa, ho girato il paradiso delle signore, poche scene, il mio personaggio, Tancredi di Sant'Erasmo, attraversa, in questo momento di set (che è traslato di circa tre mesi con la messa in onda) una fase simile a quella che sto vivendo io: è in una bolla, in attesa di.

Ho scritto molto, sono arrivato quasi alla fine del terzo volume dell'anello di Saturno. Il primo volume è addirittura pronto per la stampa. Voglio arrivare a giugno che tutto è pronto per voi. Ho scelto di pubblicare i cinque volumi a tre mesi di distanza. Ascoltando le vostre risposte, mi è sembrato un buon compromesso tra attesa e desiderio.

E poi c'è la mia vita, quella semplice, fatta di Elettra, di famiglia, di portarla a scuola, vederla crescere ogni giorno. I suoi pensieri sono sempre più raffinati, la sua proprietà di linguaggio anche. Ha un entusiasmo che le invidio, e che, lo ammetto, mi contagia.

Che fortuna averla vicino.

A volte ha anche delle idee bellissime, e quando le racconto delle storie, me ne suggerisce delle migliori. Vorrei essere di più con lei, essere più capace di dedicarle il mio tempo. Ma poi ecco che ricasco nel mio desiderio di produrre, che fagocita tutto. E non riesco a fermarmi, non riesco ad abbandonare questo fuoco.

Per fortuna, il mio lavoro ha anche molte bolle di tempo libero, e penso di essere un padre presente, seppur folle, che le trasmette questa sua passione per l'espressione, per il gioco, le storie, la magia.

Cosicché un giorno, come un "eco genetico", sarò vivo nella sua voce, oltre che nel suo cuore.

Ecco, poi emoziono troppo.

Alla prossima pagina.

Ricevi i prossimi articoli via mail 📩

Leggi. Viaggia.

Scopri un'avventura fantastica ed esistenziale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

38 commenti su “Una giornata particolare”

  1. Ascoltarti è sempre un dono, sei una persona con un patrimonio spirituale e culturale infiniti. Le tue parole mi trovano d'accordo con te in tutto, trovare il tempo per i nostri bisogni culturali, affettivi, e di lavoro... Sì, non deve passare un giorno senza aver fatto qualcosa di nuovo e di gratificante per noi, non "perdere la penna" mai... E così ci diamo appuntamento "alla prossima". Ciao, Flavio!

  2. L'ultima frase ti delinea delicato come un giglio .
    Descrive un Flavio che stá per superarSi.
    Emahó 🎊
    Certa che ti arriverà questo Messaggio sono gioiosa per te ed Elettra 💗
    Ti saluto e seguo.
    Sempre.
    I miei nomi e i miei capelli cambiano di tanto in tanto, ma son sempre lei.
    Ciao grazie alla prossima!
    🌷 Silvia

  3. Quanto sei meraviglioso qui a raccontarti e quanto sei "odioso" nel Paradiso delle Signore..... non sembra nemmeno la stessa persona...

  4. Un po' faticoso il raffronto fra quanto scrivi qui e il tuo personaggio di Tancredi, che sinceramente non mi fa molta simpatia. E, spero, nemmeno a te

  5. La scrittura aiuta sempre. Io sono abbastanza tecnologica, ma per la quotidianità adotto l’applicazione, foglietti appesi alle mollette dei panni, in cucina, dove preparo la colazione, così faccio subito il briefing mattutino 😁 Lista libri ho un foglio excel, perché ci sono troppe informazioni. Lista film dietro il calendario, ma ora non ne ho. La casa ideale progettata a 10/11, era tonda, sopraelevata come un fungo e prevedeva risparmio energetico. Il fuoco deve bruciare Flavio, per gli artisti e i creativi come te la fucina è ineluttabile, e per soli. E poi c’è lo scontro con la frenesia della quotidianità. Ecco, “la bolla in attesa di” può darsi si formi in questo solco. E può fare paura. L’amore familiare credo sia sempre un’ancora di salvezza, tenetevi stretti. Mi emoziona particolarmente quando parli della tua bimba, perché mi ricorda il babbo e le sue novelle, di cui non ho mai saputo la fine perché mi addormentavo. E’ strano come col passare degli anni, ricordi quasi più particolari di lui che della mamma, con cui ho vissuto molto di più. E sapessi quante volte quel tuo “eco genetico”, uso proprio questa tua espressione, mi piace ricercare di lui in me. Grande diario. Un abbraccio.❤

  6. Complimenti! Sono molto felice di seguire il suo percorso,vi seguo pure in Paradiso delle signore, sono appassionata del suo libro! Grazie mille!♥️

22 Febbraio 2024
Il coraggio della rinuncia

In tutti noi vive Icaro: dilemmi tra razionalità, desiderio e scelte che ci definiscono attraverso rinunce coraggiose.

19 Febbraio 2024
Il potere della memoria

La memoria, uno scrigno segreto che incanta e sfugge, plasmando identità e arte, meravigliosamente misterioso

15 Febbraio 2024
Come credere in noi stessi

Come credere in noi stessi? Circondandosi di chi crede in noi, apprendendo dai maestri, curando corpo e mente e selezionando con cura ciò che nutre l'immaginario. Sono alcune delle chiavi essenziali.

12 Febbraio 2024
La fragilità dell'artista

In questo universo di dubbi, oggi mi sento fragile, temo la conclusione della mia saga e cerco un equilibrio tra volontà e destino, chiedendomi se lotto contro mulini a vento.

8 Febbraio 2024
La buona scrittura

Riflettendo sulla revisione della mia saga, capisco che separare scrittura da editing e uccidere i propri pezzi "preferiti" sono passi cruciali per migliorare.

5 Febbraio 2024
Il talento della volontà

Dubitare del proprio talento è normale, ma scoprire che la volontà aiuta a superare le incertezze mi conforta.

1 Febbraio 2024
Una sorpresa per te

Discuto dei limiti della densità della mia prosa, del mio amore per la poesia sintetica, di come voglio riuscire ad unire i due aspetti. E poi... una piccola sorpresa 🎁

29 Gennaio 2024
Un firmacopie disastroso

In questo racconto divertente, condivido la mia esperienza deludente durante un firmacopie senza adeguata accoglienza, riflettendo sull'importanza del rispetto.

Copyright © 
2024
 Flavio Parenti. Tutti diritti riservati.
css.php