Diario D'Artista
26 Febbraio 2024

#108 Oltre l'estetica

iscrivitispotify
Traduzione
it
es
pt
en
fr
Diario D'artista
Diario D'artista
#108 Oltre l'estetica
Loading
/

Nell'arte, conta più la forma o la sostanza?

Ci si potrebbe chiedere lo stesso delle persone, persino della società. Osservando i social, mi pare evidente che la bellezza, la forma, predomina. Ma perché?

Perché la bellezza è uno strumento fondamentale della sopravvivenza. E ignorarne la profonda e potente forza sarebbe come tentare di eludere il vento o la pioggia. Essa è parte integrante della vita. Tuttavia, considerata l'importanza delle parole e la necessità di usarle con estrema precisione, forse oltre che parlare di "bellezza", dovremmo parlare anche di "attraenza".

I fiori, nel corso di milioni di anni, hanno gareggiato per essere il più attraenti possibile. Perché? Perché da ciò dipendeva la loro sopravvivenza. Più un fiore attirava insetti, maggiori erano le sue possibilità di prosperare. E così sono nati i colori sgargianti, le forme sinuose ed eleganti. Questa è la natura stessa dell'evoluzione, un motore di vita fondato, anche, sull'apparenza.

E quindi, noi umani non siamo molto diversi dai fiori. Come affermo nella "Divina Avventura": "Siamo fiori solitari dal profumo inebriante, bellezze delicate dell’esistenza, esperienze effimere che appassiranno alla fine dei loro giorni." L'essere attraenti è quindi fondamentale anche nell'arte. Poiché l'opera, nel suo apparire "bella" agli occhi di chi la osserva, determina anche la sua capacità di toccare il cuore e le anime degli spettatori.

Mio padre, un informatico, mi ha sempre detto che la sua bella presenza lo ha spesso aiutato. Vi chiederete, in informatica, quale ruolo può avere l'aspetto fisico? È tutto una questione di matematica, codice, logica, no? Eppure, presentandosi bene a un colloquio, sorridente e con una postura eretta, le sue possibilità di essere assunto aumentavano.

Essere attraenti non riguarda solo l'aspetto fisico, ed è questo il punto cruciale di questa pagina. I canoni di bellezza mutano costantemente nella società, ma ciò che rende una persona attraente (non bella) sembra essere qualcosa che possiede una costanza maggiore, che dura nel tempo: Il rispetto, il sorriso, la protezione, la gentilezza, la sincerità, l'affidabilità sono i valori che rendono una persona attraente, indipendentemente dall'estetica.

Si potrebbe addirittura affermare che queste caratteristiche siano il vero contenuto della bellezza in una persona. Ciò che "conta" veramente. Non siamo definiti da ciò che sembriamo, ma da ciò che facciamo. Sono le nostre azioni a parlare. E se alimentiamo in nostri comportamenti con questa bellezza interiore, frutto di studi, di ricerche, di fallimenti, di successi, verremo percepiti positivamente da chi ci circonda, rendendoci attraenti perché - sembra una battuta- perché "belli dentro".

In un articolo precedente, ho discusso dell'importanza dell'amor proprio ed anche di essere in salute, perché un corpo sano ospita una mente sana. Lo confermo, ma ciò che conta ancora di più penso sia l'approccio olistico. Il nostro cervello è naturalmente incline a pensare in termini dicotomici: destra sinistra, bianco e nero, bello e brutto, bellezza o contenuto. Il primo passo, almeno per me, è smettere di classificare la realtà in base agli opposti, ma piuttosto identificare quali aspetti di me sono meno sviluppati e lavorare ogni giorno per migliorarli.

Comincio io: Il mio difetto più grande? Sono molto introverso e troppo permaloso. Devo imparare a sorridere di più e ad ascoltare gli altri.

Ecco, l'ho detto. Ora proverò a farlo.

Alla prossima pagina.

Rimaniamo in contatto. Ricevi ogni settimana il mio podcast nella tua casella di posta elettronica. É gratis 🎁
iscriviti
condividi questa pagina con chi potrebbe apprezzarla
Commenti dopo il banner
Luca e Anna, due adolescenti inquieti, si incontrano ad Anagni nell'estate del 1995. Lui, un parigino strappato alle sue radici; lei, una ribelle che fugge dalle tradizioni locali. Scopriranno una leggenda: chi troverà l'Anello di Saturno avrà il potere di cambiare il proprio destino.
Tocca e leggi la sinossi

L'Anello Di Saturno

Una saga romance fantasy, d'Amore e Destino.
ADS_Banner_Scopri_di_piu
Leggi gratis
0 0 voti
Voto
Iscriviti alla discussione
Notifica di
guest
55 Commentsi
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Stela
Stela
3 mesi fa

Ciao Flavio,
Che bel argomento oggi!!! Sono d’accordo con ogni tua parola!!!
… il mio difetto … anche io sono un po’ permalosa , e spesso molto tollerante e questo non è sempre un bene!!!
Grazie !! A presto!!!
Buona e serena serata !🤗

Antonella
Antonella
3 mesi fa

Flavio dovevi fare il poeta di mestiere son bellissimi i tuoi capitoli con affetto Antonella ❤️😘

Conny
Conny
3 mesi fa

Ciao Flavio, grazie per i tuoi pensieri molto profondi che condivido!! Ti auguro una buona serata.

Cristina M.
Cristina M.
3 mesi fa

Buon pomeriggio Flavio, sicuramente anche la sostanza vuole una bella forma, ma l’educazione, la gentilezza, la delicatezza e sensibilità di animo non hanno prezzo. Un caro saluto

CINZIA DELLO SPEDALE
CINZIA DELLO SPEDALE
3 mesi fa

Ciao Flavio,
interessante il tema di oggi.
Anche io sono introversa e piuttosto permalosa.
Io penso che però l'introversione non sia un vero e proprio 'difetto', ma un tratto caratteriale.
Spesso le persone introverse sono quelle più sensibili.
Grazie e a presto.

Angelica
Angelica
3 mesi fa

Quando mi guardo allo specchio e vedo i miei difetti sorrido, ci gioco, non li nascondo, li sfrutto. Ho tagliato i capelli cortissimi, per dispetto forse a chi mi diceva quanto i miei capelli fossero belli, per onorare mio padre che amava vedermi con i capelli corti, per praticità, per pigrizia, per tristezza, per tutte queste motivazioni. E ho messo in evidenza ancor di più i miei difetti e allora, perdo in attraenza? Forse perdo in femminilità, in sensualità, chissà, eppure ho la mia voce, quella che tutti definiscono "ammaliante" anche se parlo del tempo o di argomenti "normali". Ecco, la mia attraenza sono io stessa, nella voce, nel sorriso e negli occhi, l'uomo che ho al mio fianco si è innamorato prima della mia voce, poi degli occhi, poi del sorriso. Le persone si avvicinano e si fidano di me per come sono, non per come appaio. Bellezza come biglietto da visita: sì, concordo, è davvero così. Mi dicono: sei bellissima! Ma io vedo una donna con i capelli corti, senza trucco, occhi un po' stanchi, gli occhiali e un sorriso tenue. Forse non è l'essere belli, ma la consapevolezza di esserlo, che ci rende belli davvero. E quello su cui lavoro io è ciò che tu stesso hai detto: migliorare me stessa. L'attraenza, forse, sta in questo impegno che si deve avere proprio per essere migliori, propositivi, fiduciosi, appassionati. Buon impegno a coloro che lo fanno.

Cristiana Andolfi
Cristiana Andolfi
3 mesi fa

"Una delle caratteristiche degli introversi è il loro bisogno di avere tempo per loro per ricaricare le batterie. Mentre gli estroversi possono annoiarsi o innervosirsi se passano un giorno da soli" .. Penso che il lato positivo dell' introversione è poter rimanere a contemplare la bellezza dell' universo e a creare opere letterarie, come sai fare, Flavio.

Silvia
Silvia
3 mesi fa

Tutto quanto hai detto é vero anche secondo la modesta me, ma...sull'essere introverso e cercare di sorridere di più non sono totalmente daccordo perché ad esempio lo sono anch'io molto, lo ero infinitamente da infante e da adolescente eppure...Sono fampsa per il mio sorridere sempre o comunque spesso.
LE 50 sfumature di "introverso"....Ahahahahah!
Ciao Flavio...é sempre un piacere ascoltare la tua attraentissima voce ed il tuo modo molto calibrato, molto suadente...di narrare!
Attendo con eccitazione le prossime.
<3 Silvia

Tiziana camnasio
Tiziana camnasio
3 mesi fa

Ciao concordo pienamente con ciò che ho appena letto.la bellezza interiore supera la bellezza esteriore.preferisco una persona affascinante e carismatica ad una persona bella magari "ritoccata".

Maria rosa fulco
Maria rosa fulco
3 mesi fa

Per me la bellezza è una persona che ci parli è molto più bella di prima.(Serafino Bandini Twitter)

Andrea
Andrea
3 mesi fa

Ciao Flavio. In Arte la forma è innegabilmente il veicolo della sostanza. Nelle arti figurative e nell'arte astratta. Nel caso dell'essere umano la situazione si complica. Pensiamo alla figlia di Fantozzi resa da Paolo Villaggio l'archetipo della bruttezza. Chi direbbe che in lei la forma veicoli la sostanza? Solo chi superasse l'impatto estetico potrebbe apprezzarne il carattere. La povera Mariangela è un estremo. Per poter dire di essere subito accettati noi tutti allora dovremmo essere se non belli secondo i canoni correnti, almeno mediamente belli? E la bellezza può essere nell'occhio di chi guarda? Come sapeva bene Quasimodo per la gran parte dei nostri simili siamo, ahimè, il recipiente che ci contiene... Un saluto

Silvana
Silvana
3 mesi fa

Be la bellezza arriva prima agli occhi ma e' la sostanza ce arriva al cuore ah anche io sono molto permalosa...

Maria rosa fulco
Maria rosa fulco
3 mesi fa

Il concetto di bellezza è profondamente cambiato negli anni.Si dovrebbe badare molto di più alla cultura. Snon avessimo persone capaci intorno a noi nulla funzionerebbe bene.Penso che possa affascinare molto di più una persona meno bella, anziché una persona che si interessa dell'aspetto fisico.In realtà è fortunato chi ha la costanza e la capacità di coltivare il talento.La bellezza con il passare degli anni sfiorisce e se non c'è altro resta il vuoto.Se non avessi avuto il talento non saresti arrivato dove sei adesso.(Secondo me tu hai il talento un aspetto fisico molto piacevole)

Letizia
Letizia
3 mesi fa

Una bellissima pagina oggi! Nonostante la vita ci sottoponga a prove difficili, dobbiamo cercare di mantenere viva la luce del bello che c'è dentro di noi! Io penso che tu sia profondamente bello dentro oltreché fuori. Un abbraccio! ❤️

Antonella
Antonella
3 mesi fa

Mettersi in discussione in questa estetica dei sentimenti, penso sia la cosa più bella che possiamo fare. Pezzo che tocca punti focali dell'animo umano e artistico.

Erikà Sommaruga
Erikà Sommaruga
3 mesi fa

Nella fisica, la forma nella non forma può formare il vuoto cke ci contiene.
{{ però il terzo occhio ci dice, cke "l'occhio vuole la sua parte"}}
Quindi io personalmente mi sento bella anche in tuta, struccata,capelli al vento,
Gli aroni neri,
NOMADI

Emanuela
Emanuela
3 mesi fa

Comincio io: Il mio difetto più grande? Sono molto introverso e troppo permaloso. Devo imparare a sorridere di più e ad ascoltare gli altri.

Ecco, l'ho detto. Ora proverò a farlo.
Scusa ho voluto fare copia e incolla
🤣🤣🤣🤣🤣ciao

Emanuela
Emanuela
3 mesi fa

Ciao Flavio , ho letto il Tuo racconto e Chiaramente , convengo che la bellezza di una Persona è quella che c è dentro di noi e che emaniamo quando siamo soprattutto con gli altri
GENTILEZZA EMPATIA ASCOLTO ACCORGERSI SENZA LE PAROLE E GUARDANDO SOLAMENTE CHI È L ALTRA PERSONA…..L attrazione verso ogni cosa che ci circonda o Persona e’ essere così Naturali e noi stessi che gli altri , ci Riconoscono e ci sorridono
Ciao Flavio e grazie

Antonella Tamorri
Antonella Tamorri
3 mesi fa

Caro Flavio, condivido ogni parola, in particolar modo in questo periodo storico, dove i social fanno da padroni per evidenziare la bellezza fisica, dove ci sono trasmissioni dove la donna viene considerata l'oggetto dei desideri. Non vengono considerati i veri valori di una persona, quelli alla fine ...resteranno tutta la vita!

Emanuela
Emanuela
3 mesi fa

Condivido il concetto di bellezza e dell'essere attraente. Essendo curiosa sono attratta dalle persone introverse che col loro magnetismo attraggono e respingono.Evviva l'energia di superare i propri limiti!

Simona Caruso
Simona Caruso
3 mesi fa

Quando ti leggo , mi fai sorridere.. allora ti vorrei far ascoltare o leggere il testo di una canzone di Red Canzian.

Ti avevo fatto una promessa e sono qui
Per consolarti almeno un po'
Ti trovo triste come non sei stato mai
E mi dispiace sia così
Non ti dirò nessuna bugia
Ma canterò per te questa poesia
Non c'è niente di più bello e straordinario della vita
Anche se un sorriso costa dieci lacrime
Non c'è un uomo che non abbia perso almeno una partita
Questo non vuol dire che non si può vincere
La notte è un'alba che ha gli occhi chiusi
Se aspetti un po' li riaprirà
Ti avevo fatto una promessa e sono qui
Con gli occhi ancora giovani
E ti regalo una canzone su di noi
Per colorare i lividi
Be' come stai? Non rispondi mai
Ma in fondo so che non ti arrenderai
Non c'è niente di più bello e delicato della vita
Anche se un sorriso costa dieci lacrime
Non c'è un uomo che non abbia perso almeno una partita
Questo non vuol dire che non si può vincere
La notte è un'alba che ha gli occhi chiusi
Se aspetti un po' li riaprirà
Mi devi fare una promessa, giurami
Che proverai
A sorridere

Simona Caruso
Simona Caruso
3 mesi fa
Rispondi a  Flavio Parenti

👍👍

Delia
Delia
3 mesi fa

Concordo pienamente. Io ho un figlio disabile gravissimo, vive in carrozzina e il suo corpo è un po' contorto ma, uno sguardo che affascina. Non riesce a muoversi quasi per nulla ma, il suo sorriso attira tante persone. Non parla ma sa comunicare. La bellezza è dentro di noi.

Graziella Tramontana
Graziella Tramontana
3 mesi fa

Concordo con le tue riflessioni...e ti ringrazio per questi pensieri colmi di sincera ed entusiasta ricerca dell'animo umano.

La tua narrazione giunge attraverso una voce ,certo educata ,avvezza alla recitazione quanto spontanea ed intima .
Complimenti.e grazie .❤️‍🩹

Ursula
Ursula
3 mesi fa

La bellezza esteriore con il passare degli anni svanisce e sfiorisce, quella interiore resta.
Che risultato può avere un corpo abbinato ad una bella mente, diversamente da un bel corpo e basta?
Eh già.... sono i valori che hai descritto a renderci attraente!
D'accordissimo con te Flavio!
Ciaoooo buon lunedì!
Ps. non essere permaloso, vai oltre 😛

Belkis
Belkis
3 mesi fa

E vero. Trovo a provarlo. Grazie.

Copyright © 
2024
 Flavio Parenti. Tutti diritti riservati.
css.php
55
0
Clicca per commentarex