Diario D'Artista
14 Marzo 2024

#113 Il cantastorie digitale

iscrivitispotify
Traduzione
it
es
pt
en
fr
Diario D'artista
Diario D'artista
#113 Il cantastorie digitale
Loading
/

And the winner is...

La Sigaretta e l'amore

Devo essere sincero, è anche il mio preferito, perché incarna molti aspetti del libro, pur non svelando molto. Ci sono loro due, l'amore nella sua complessità, la loro complicità nascente, ma anche un accenno all'Anello Di Saturno. Insomma, grazie a tutti e a tutte per aver votato! Se la giocavano questo e "La strada in tempesta".

Terzo un po' più lontano, "il primo incontro".

Quindi, la sigaretta e l'amore, sarà il brano che utilizzerò per presentare l'audiolibro del primo volume dell'Anello di Saturno negli store. Speriamo bene....

E ora... Diario D'artista.

Faccio troppo. È un mio tratto distintivo: mi entusiasmo facilmente e mi faccio trascinare dalle idee, dai sogni.

A volte, mi dico che esagero. Che voglio fare troppo. Non solo me lo dico, ma è proprio così. Voglio fare tutto, controllare tutto, essere regista, scrittore, attore, imprenditore, poeta, e chi più ne ha più ne metta.

So che questo mio essere complesso mi è di ostacolo, poiché mi obbliga, in un certo senso, a fuggire da me stesso, a non dare un'immagine costante di me. È come se ogni giorno, al lavoro, vi ritrovaste davanti il vostro collega con una capigliatura diversa, un vestito completamente diverso, un atteggiamento diverso. "Poco affidabile", direbbe qualcuno, di primo acchito. È comprensibile. L'essere umano, sin da bambino, vuole la routine, cerca ciò che conosce, che gli dà stabilità e tranquillità.

Temo che, almeno per ora, io non rientri in questa casistica. Badate, provo a contenere quello che faccio, a tentare di comunicare per "compartimenti stagni".

Per esempio, non molti di voi sanno che prima di aver fondato Untold Games, la società di videogiochi, mi sono occupato, per molti anni, di produzione cinematografica. Ho realizzato, come produttore e regista, due film e una serie interattiva. E prima ancora, facevo il regista a teatro, mentre bazzicavo i casting romani con il sogno di fare l'attore.

Insomma, sono poliedrico, ma non è una qualità. Non in una società in cui il "brand", cioè la riconoscibilità, paga. Molti miei colleghi attori hanno giustamente scelto di fare questo e solo questo, di indirizzare tutta la loro forza in questo aspetto della creatività. Io invece ho preferito continuare la mia ricerca creativa, produttiva, ma non come businessman, bensì come artista, tentando di trovare forme espressive che più mi si confacevano, che più mi rendevano felice. E questo spesso a discapito della mia riconoscibilità come attore.

Quante volte mi sono sentito dire: "Ma fai anche questo? Ma no, occupati di recitazione, che sei bravo".

Insomma, si dice che la semplicità paghi, che solo il vero artista sia davvero semplice.

Belle parole, ma, da artista, non posso non chiedermi che tipo di terreno vi debba essere perché questa semplicità davvero "paghi" e non sia invece una mera scusa per evitare la profondità della complessità umana.

Personalmente, penso che perché un artista possa arrivare a una vera semplicità, fatta di tratti semplici, unici, necessari, debba prima passare per il fuoco del caos, per la caverna dell'io dove scoprire le mille sfaccettature che compongono la sua anima. Solo così, quando poi i puntini si uniranno, riuscirà, asciugando ciò che di inutile ha attorno, a trovare la propria unica strada.

Io sento che, piano piano, come un fiume che defluisce nel mare, sto trovando una strada. Non so se il racconto sia davvero l'ultima tappa dove mi fermerò. Se la figura di Omero possa essere quella che più sento mia. Un cantastorie 2.0, che dietro al falò digitale, scrive e racconta le sue storie ad una platea di molti... Conoscendomi, è improbabile, ma sento che dentro di me le acque si stanno calmando, e che forse, dopo essere uscito dalla sorgente, aver attraversato montagne, colline, valli e pianure, ho trovato una calma che rasenta, se posso sognare, il mare.

Alla prossima pagina.

Rimaniamo in contatto. Ricevi ogni settimana il mio podcast nella tua casella di posta elettronica. É gratis 🎁
iscriviti
condividi questa pagina con chi potrebbe apprezzarla
Commenti dopo il banner
Luca e Anna, due adolescenti inquieti, si incontrano ad Anagni nell'estate del 1995. Lui, un parigino strappato alle sue radici; lei, una ribelle che fugge dalle tradizioni locali. Scopriranno una leggenda: chi troverà l'Anello di Saturno avrà il potere di cambiare il proprio destino.
Tocca e leggi la sinossi

L'Anello Di Saturno

Una saga romance fantasy, d'Amore e Destino.
ADS_Banner_Scopri_di_piu
Leggi gratis
3 2 voti
Voto
Iscriviti alla discussione
Notifica di
guest
45 Commentsi
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
CINZIA DELLO SPEDALE
CINZIA DELLO SPEDALE
3 mesi fa

Ciao Flavio,
è bello il tuo essere poliedrico.
Io penso che l'artista debba essere un po' come te...
Io sono invece un'inguaribile metodica che ama la routine.
Grazie per quanto ci regali.
A presto.

CINZIA DELLO SPEDALE
CINZIA DELLO SPEDALE
3 mesi fa

Ciao Flavio,
grazie per la tua arte e per ciò che fai per noi.
Anche a me piacerebbe essere poliedrica, invece sono un'abitudinaria metodica che ama la routine.
Io penso che l'artista però debba essere un po' cosi'...come te.
A presto.

Paola
Paola
3 mesi fa

Un vero artista deve passare per la caverna dell ' io , e che tu fossi un artista sensibile e profondo ed eclettivo l ' ho capito proprio quando andando oltre il tuo lavoro attoriale ho guardato le tue produzioni che generosamente hai donato al web .
SFQ è una opera visionaria dove hai sperimentato tutti i generi narrativi , se non attraversavi il fuoco del caos non saresti diventato il cantastorie 2.0 e noi non avremmo potuto ascoltare o leggerti in questo giardino digitale, scoprendo le mille sfaccettature della tua anima .
Avanti tutta Flavio

Maria rosa fulco
Maria rosa fulco
3 mesi fa

Una storia è come una conchiglia: la appoggiata alle orecchie , ed essa vi racconta l' oceano. (Marie Helene Derval)

Delia
Delia
3 mesi fa

Un po' in ritardo, ho votato anch'io e avevo espresso la mia preferenza "il primo incontro. " Mi piaceva l'idea dell'incontro fortuito di due perfetti sconosciuti che lasciano al destino la possibilità di incontrarsi ancora"

Mirta Bacalini
Mirta Bacalini
3 mesi fa

Conozco el motivo que te alienta a escribir. Antes de ser plasmadas las ideas en papel experimentado un deseo incontenible de sacar tu mundo interior. Es como una bomba de tiempo agitandose en el pecho, volviéndose inestable. Late con fuerza tu corazón y se agita tu respiración. Y lo bello sale como un legado a quien lo va a leer. Gracias por compartir, un saludo desde Argentina.

Nancy Faccio
Nancy Faccio
3 mesi fa

Sono un' insegnante di lingua italiana a Bragado, piccola città della provincia di Buenos Aires, Argentina.
Per caso ti ho trovato sull' instagram, ti ho ascoltato e subito ho avuto l'idea di un lavoro col tuo racconto per gli studenti.
Così che non devo fare altro che ringranziarti, perché vi è piaciuto tanto.
E piacerebbe anche a me ripeterlo.
Ogni breve lettura tua serve come imput per continuare una storia creata da loro, e dopo raccontata ai suoi compagni.
Bravo!!!
Spero non ti sia dispiacente quest'idea.

Monica
Monica
3 mesi fa

Credo che non sia affatto semplice ambire alla semplicità perché spesso le persone inconsapevolmente arrivano a complicarsi la vita cercando l'irragiungibile.Buona vita

Erbenia mota
Erbenia mota
3 mesi fa

Erbenia mota, muito obrigada sua voz é agradável pontuação maravilhosa...lindo trabalho.sou brasileira.

Cristina M.
Cristina M.
3 mesi fa

Buongiorno! Certo la semplicità arriva dopo aver attraversato il caos in tutte le sue sfaccettature e in tutte le sue forme…e’ necessaria la complessità per arrivare alla semplicità…il tempo farà il resto.🍀🌈

Belkis
Belkis
3 mesi fa

Tante grazie.

Ornella
Ornella
3 mesi fa

Bello il temine cantastorie digitale!
Ciao Flavio, sei senza dubbio eclettico!

Maria rosa fulco
Maria rosa fulco
3 mesi fa

Sei un ottimo narratore, poi con la tua voce vellutata ti può puoi permettere di fare tutto, attore, narratore questo per dire che sei un grande.Io ho scelto la prima, mentre l'ultima l'avevo scelta a primo acchito per il titolo che mi intrigava.le due rimaste metterle su diario d'artista in che noi possiamo commentarle.

Cristiana Andolfi
Cristiana Andolfi
3 mesi fa

Sei un cantastorie sapientemente eccellente. Sono felice che abbia trionfato "La Sigaretta e l'amore".

Andrea
Andrea
3 mesi fa

Ciao Flavio. Dieci, cento, mille vite in una! È bello concepire questo concetto perché se li facciamo nostri anche i concetti ci concepiscono. Quando riposeremo nel Grande Sonno, nel Grande Silenzio tutto sarà stato fatto e detto e non potremo aggiungere niente di più. Per cui vediamola da un punto di vista ludico. È la nostra fiction in cui possiamo essere uno o tutti gli attori. Il nostro videogioco. E con buonapace del Tempo che manca sempre, la nostra personalità è il territorio più bello da percorrere. Insieme agli altri, integrati dagli altri. Uno spirito rinascimentale come il tuo vede un caleidoscopio e non un solo colore. Oppure li percepisce tutti nel bianco. È molto faticoso, penso, ma certo ne vale la pena. Io per carattere sono l'opposto. Contemplo. Studio un metodo. Poi agisco con tempi dilatati nella ripetizione di gesti conosciuti e quindi sicuri, rassicuranti. Non sono artista ma artigiano. Anonimo come gli anonimi scalpellini della facciata del duomo di Modena. Vite differenti. Dicotomiche. Ma giunti tra le correnti alla foce del fiume, che io vedo come un delta dalle infinite ramificazioni ci mescolaremo comunque tutti nello stesso mare. Un saluto e alla via così...

Sabrina
Sabrina
3 mesi fa

Sei un grande ❤️ continua così ti stimo tantissimo

Di Feo Filomena
Di Feo Filomena
3 mesi fa

Molto commovente bravo

Charlotte
Charlotte
3 mesi fa

sounds diligent, caring and searching. A great combination. You can act on your instincts and are already on your very own path, I think. That can truly inspire others.

Antonella A.
Antonella A.
3 mesi fa

L'arte è complessità. L'artista è complessità. Non troverai uno scrittore che non sia appassionato anche di musica, o di cinema, o di pittura. E viceversa. Le arti tra loro si toccano, irrimediabilmente. Vivono di una simbiosi instancabile. Sei estrinsecazione palpabile di una grande verità. Ad maiora per l'audiolibro ❤️

fiorella forconi
fiorella forconi
3 mesi fa

Mi piace molto la storia che Flavio Parenti racconta, mi piace molto sentirlo narrare, rilassa.

Isa
Isa
3 mesi fa

Grazie Flavio🎉Come una trottola giri forte in tutti i tuoi IO🎉se li abbassi trovi l'autentica creatività🎉Scusa Flavio🎉Tvb🎉🎉🎉🎉

Erikà Sommaruga
Erikà Sommaruga
3 mesi fa

Com'è profondo il mare

Lucio Dalla

Maria
Maria
3 mesi fa

È una grande emozione ascoltare questa lettura, sembra di essere dentro la storia e osservare ciò che accade in prima persona. Grazie.

Cristina
Cristina
3 mesi fa

Caro Flavio, fai ciò che desideri perchè la tua poliedricità è un bisogno interiore, un'esplosione sincera come la Tour Eiffel nei quadri di Delaunay.

Giuliana Barsanti
Giuliana Barsanti
3 mesi fa

Buongiorno! Anche questa è stata una notte degli Oscar vedo... 😊 Che avrebbe vinto questo brano l'ho capito dagli exit poll 😊 e comunque l'ho votato anch'io, senza rivelarlo per non influenzare. Chi ti segue da un po' conosce i tuoi bellissimi film 'Sogno Farfalle Quantiche'-'ByMySide' e la serie interattiva 'Days' che sono delle vere gemme, le prime cose che ho visto di te e che mi colpirono tantissimo. È incredibile quante cose riesci a fare e quante argomentazioni continui a produrre. Contastorie, Poeta, Scrittore, Pensatore,sei un vero grande Artista Flavio ❤️

Copyright © 
2024
 Flavio Parenti. Tutti diritti riservati.
css.php
45
0
Clicca per commentarex