Diario D'Artista
21 Agosto 2023

#056 - Può l'Arte Resistere al Tempo?

iscrivitispotify
Traduzione
it
es
pt
en
fr
Diario D'artista
Diario D'artista
#056 - Può l'Arte Resistere al Tempo?
Loading
/

Da giovane, collezionavo DVD. Avevo l'antologia dei miei due registi preferiti. Hitchcock e Kubrick. Possedevo tutti i loro film, che ho guardato e riguardato non so quante volte. I miei preferiti? Forse 2001 per Kubrick, anche se adoro il lento scorrere di Barry Lindon, e per Hitchcock, direi "Vertigo". Ma ognuno dei loro film è un capolavoro senza tempo.

Se dovessi scegliere tra Kubrick e Hitchcock, forse sceglierei Kubrick. Ammiro molto la sua capacità camaleontica di aver cambiato genere ad ogni film che ha affrontato. Sembrava deciso a vagare tra le trame dei generi e fare, di ogni sua opera, un mondo unico, che si aggiungesse al ventaglio incredibile di emozioni che aveva affrontato nei precedenti.

Solo Kubrick è stato capace di passare dall'incredibile comicità di Sellers in "Dr Stranamore" alla folle violenza di "Arancia Meccanica". Ogni suo film è un capolavoro che va preso quasi come una stella a sé stante, un universo a parte. Io ambisco a questo.

La domanda originale è però di tutt'altro sapore, quanto dura l'arte? Ha una data di scadenza? A volte mi fa paura il pensiero. Per esempio, guardo un capolavoro come 2001 che tratta di concetti alti, di antropologia, di filosofia, è lisergico, visionario, ma la parte nella base lunare, per quanto anch'essa visionaria, è figlia dei suoi tempi, della moda, della contemporaneità che si fa subito vecchia, antica.

Eppure, il film sopravvive al tempo, anzi, piano piano il suo valore, come i materiali nobili, aumenta. HAL, il computer intelligente che decide di uccidere gli uomini è più attuale di tanti cineasti moderni che vogliono parlare dei problemi dei nostri tempi. Certo, questo è dovuto allo scrittore del libro di Arthur C. Clarke, ma Kubrick ha saputo dipingerlo nel migliore dei modi e il film è il frutto di una collaborazione tra i due.

Kubrick ha dipinto HAL 2000 in maniera elegante, precisa, impietosa. Un occhio rosso che è diventato, nel corso del tempo, l'icona del grande fratello, di colui che tutto sa e tutto spia. Una presenza quasi divina, anzi - demoniaca.

Alcune case editrici dicono che un libro, passato i primi 6 mesi della sua uscita, è "vecchio". Davvero un libro ha una data di scadenza così terribilmente breve? Io voglio pensare che le parole scritte possano sopravvivere persino a colui che le ha immaginate, che possano solcare il tempo, surfare l'onda dell'evoluzione e parlare ai posteri, persino meglio che ai contemporanei.

Io sono certo che sia così, perchè quando rileggo i grandi filosofi greci, io vedo me stesso. Eppure loro non avevano il telefonino, l'intelligenza artificiale, l'elettricità. Eppure i pensieri sopravvivono. Per quale motivo? Penso che sia perchè i problemi fondamentali che affrontiamo, la morte, il divino, l'amore, il destino. Sono tutti temi che sono validi ora e lo saranno tra mille anni. Lo saranno fino a che rimarremo umani, finché saremo vivi.

Durante questo cammino verso il mio futuro da scrittore, ho incontrato molte persone, anch'esse appassionate dall'arte di narrare delle storie. Alla domanda "perchè lo fai?" quasi tutti mi hanno dato una risposta simile: "Voglio lasciare un segno, lasciare qualcosa."

In fondo, ciò che spinge l'artista a "fare" è questo: la speranza che quel suo gesto rimanga nel tempo. Che non abbia data di scadenza. Secondo voi l'artista è un illuso? Tutto prima o poi scompare oppure davvero coloro che sono toccati dalla grazia del mistero riescono a diventare immortali?

Vi aspetto nei commenti,

Alla prossima pagina

Rimaniamo in contatto. Ricevi ogni settimana il mio podcast nella tua casella di posta elettronica. É gratis 🎁
iscriviti
condividi questa pagina con chi potrebbe apprezzarla
Commenti dopo il banner
Luca e Anna, due adolescenti inquieti, si incontrano ad Anagni nell'estate del 1995. Lui, un parigino strappato alle sue radici; lei, una ribelle che fugge dalle tradizioni locali. Scopriranno una leggenda: chi troverà l'Anello di Saturno avrà il potere di cambiare il proprio destino.
Tocca e leggi la sinossi

L'Anello Di Saturno

Una saga romance fantasy, d'Amore e Destino.
ADS_Banner_Scopri_di_piu
Leggi gratis
0 0 voti
Voto
Iscriviti alla discussione
Notifica di
guest
47 Commentsi
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Manuela Magi
Manuela Magi
10 mesi fa

No, i libri non muoiono mai. Nelle loro parole troviamo stati di animo che si modificano con il succedere degli eventi.

Laura Aspromonte
Laura Aspromonte
10 mesi fa

si che può un capolavoro rimane tale😊

Flavio Parenti
Flavio Parenti
10 mesi fa
Rispondi a  Laura Aspromonte

👍

Tiziana Primucci
Tiziana Primucci
10 mesi fa

Concordo pienamente con quanto hai espresso nell'articolo,non esiste pensiero artistico "vecchio", qualsiasi sia la forma manifesta: un libro,un dipinto,una poesia,una musica... perché l'anima immortale dà loro vita e significato.
Ho insegnato per 40 anni e ho sempre considerato educazione e insegnamento un'Arte,in cui ho espresso il mio talento creativo di pittrice e poetessa. E a volte anche di attrice😊,anche se non ho mai calcato un palcoscenico di teatro.
La vita stessa è Arte,commedia, tragedia ,farsa , cortometraggio...
E la passione è il sentimento e l'approccio,per me ,che la rende degna di essere vissuta.
Grazie.

MARINELLA
MARINELLA
10 mesi fa

ENCOMIABILE

alberta
alberta
10 mesi fa

I tuoi scritti sono una continua riflessione.Buonanotte

Anna
Anna
10 mesi fa

I grandi sopravvivono ai loro contemporanei, anzi è proprio il trascorrere del tempo a determinare se un artista è immortale perché trasmette all'umanità di oggi emozioni, valori, sentimenti che attraversano secoli, ma sono sempre attuali. Vai avanti con fiducia Flavio, continua a credere in te stesso, sei un artista geniale.

Angela Ortuno Y Araez
Angela Ortuno Y Araez
10 mesi fa

L'arte in se e' eterna. La nostra esistenza è ciclica e si ripete perché contiene gli stessi eterni argomenti di cui tutti scrivono, dipingono ed emozionano il mondo usando gli strumenti che di volta in volta l' epoca di appartenenza gli offre.. ciclicamente eterni..

Mariangela Cicchetti
Mariangela Cicchetti
10 mesi fa

La vera Arte è universale ed eterna.

Laura Bagni
Laura Bagni
10 mesi fa

Interessanti alcuni concetti e parole che usi. Hitchcock é un genio, infatti non credo nessuno lo uguagliera, persino Woody Allen ha preso da lui! Uno scrittore toccato dalla grazia non credo che abbia come prima preoccupazione quella di lasciare il segno, non sarebbe allora toccato veramente dal mistero, mistero che é al cuore della narrativa, dello scrivere,alle radici di ogni scrittore. Vuol dire essere docili, aperti, disponibili, anche nella concretezza della scrittura.

Giusy Pero
Giusy Pero
10 mesi fa

Ritengo che l'artista non sia affatto un illuso. Il vero artista muore solo come uomo ma le sue opere restano e continuano a vivere in chi viene dopo di lui, siano essi film, canzoni, sculture, quadri o libri. E la motivazione è esattamente quella che hai dato tu.

Porfiria Mascherpa
Porfiria Mascherpa
9 mesi fa
Rispondi a  Giusy Pero

Giusy Pero Concordo 👍

Flavio Parenti
Flavio Parenti
9 mesi fa

👍

Maria Rosa Fulco
Maria Rosa Fulco
10 mesi fa

La vera arte non tramonta mai.L' arte è in grado di aggiungere delle esperienze alla nostra vita, alle relazioni, alla condivisione della bellezza. Se guardiamo i film,i libri e sono stati importanti all umanità che hanno insegnato qualcosa rimarrà nel tempo.
Come ad esempio "La Divina Avventura"

Paola orlando
Paola orlando
10 mesi fa

Il tempo resiste a tutto... E conserva anche i capolavori!!.. Bellissima questa tua pagina... Molto interessante 💙👏✨✨✨

Olesia Liardo
Olesia Liardo
10 mesi fa

Per me l'arte non ha scadenza.....sfida il tempo e le mode ma è eterna.....che essa sia un pensiero ,un film,un quadro o qualsiasi altra cosa....per me l'arte non muore mai .
Io faccio il modo che duri in eterno anche raccontando storie passate o raccontando chi erano i miti di un tempo affinché si possa conoscere e mai dimenticare.
Grazie Flavio,un abbraccio 😘

Gaetana Del Gobbo
Gaetana Del Gobbo
10 mesi fa

Ascoltando il tuo pensiero, sono d'accordo con te. Anche per me l'arte sopravvive nel tempo, infatti ci sono libri libri che sono stati scritti moltissimo tempo fa e ancora...come se fossero appena scritti. Ciao e buona serata Flavio😘

Andrea
Andrea
10 mesi fa

Dipende dal tipo di arte. Al giorno d'oggi poche cose sono fatte per restare. E non è colpa del tempo, ma della fragilità delle opere stesse. Basti pensare alle canzoni. Le hit estive sono concepite per durare un'estate ed essere soppiantate l'anno dopo da tormentoni più freschi. Le sfilate di moda contemporanee sono spesso una baracconata, mentre il vintage continua ad essere di tendenza anche tra le nuove generazioni. Quando si pensa ai libri di spessore continuano a venire in mente i grandi classici perché oggi tutti scrivono, ma pochi hanno qualcosa da dire. (Ovviamente tu non appartieni alla categoria). Stesso discorso per l'arte moderna: impiastri casuali a cui ci si sforza di attribuire un valore concettuale. Ma le vere opere d'arte non vanno spiegate, parlano da sole attraverso il linguaggio delle emozioni. L'arte, quella vera, è fatta per durare in eterno perché l'essere umano si è sempre emozionato e sempre si emozionerà di fronte a qualcosa di bello. Perciò gli artisti che sognano l'eternità per la propria arte non sono affatto degli illusi. Anzi, mi chiedo cosa ci stiano a fare tutti gli altri...

Liliana
Liliana
10 mesi fa

Bellissima e rilassante... grazie x averla inviata

Mariacarla
Mariacarla
10 mesi fa

Sono d’accordo con te Flavio gli artisti se in vita riescono a lasciare un segno del loro passaggio restano immortali😍 vedi Fidia, Mirone, Policleto…
Michelangelo, Gian Lorenzo Bernini, Caravaggio e tra i registi Vittorio De Sica, Lina Wertmüller etc
Per questo motivo l’arte è la nostra passione❤️
Ti ringrazio per queste riflessioni intense, vere e suadenti grazie alla tua bellissima voce
A presto
Mariacarla

Mariacarla
Mariacarla
9 mesi fa
Rispondi a  Flavio Parenti

Per me che artista non sono, conta riuscire nel mio piccolo a godere le bellezze della vita, l’amore, l’amicizia, i gatti ( ne ho 5) e cani ( 2 vecchiotti ormai), le piante e il mio lavoro insegnare ed amare i miei alunni adolescenti e con tante fragilità certificate o meno. Grazie per la tua risposta💓

Sara
Sara
10 mesi fa

Io non penso che l'artista sia un illuso.
L'arte non ha sicuramente una data di scadenza, se fatta bene penso che sia immortale..
Grazie per questa pagina! 😉

Angela
Angela
10 mesi fa

Io credo che l'arte, intesa come abilità creativa dell'uomo, sia eterna, Credo che la nostra vita sia ciclica, che il tempo non faccia altro che proporre soltanto nuove modalità di accesso agli stessi problemi.

Maria Rosa
Maria Rosa
10 mesi fa

Non cancello mai le persone.
Smetto di colorarlo.

Giusy Pero
Giusy Pero
10 mesi fa

Appena ho letto il nome dei tuoi due registi preferiti la mia mente è saltata indietro di più di vent'anni quando all'università ho sostenuto gli esami di Storia del cinema e Filmologia. Per quanto riguarda il primo ho dovuto preparare Vertigo con raffronti relativi a "Gli uccelli" e "Psyco", per il secondo "Shining" di Kubrick. Detto ciò, ritengo che l'artista non sia affatto un illuso. Il vero artista muore solo come uomo ma le sue opere restano e continuano a vivere in chi viene dopo di lui, siano essi film, canzoni, sculture, quadri o libri. E la motivazione è esattamente quella che hai dato tu. Ciò che dicono le case editrici è legato alla legge del mercato ma non alla storia dell'uomo che, grazie a Dio, non è così effimera.

Maria Rosaria Bottigliero
Maria Rosaria Bottigliero
10 mesi fa

No, l'artista non è un illuso. La nostra società ci porta a riflettere e come diceva Pascoli solo l'artista può captare le cose belle.
Belle riflessioni

Laura
Laura
10 mesi fa

l'artista non è un illuso ciò che accende la tua anima continua a farlo sempre

Laura
Laura
10 mesi fa

spero che l'arte sopravviva al tempo come succedeva per scrittori e artisti precedenti
ma anche registi di oggi solleciti pensieri ebriflessioni ed è sempre un piacere seguire i tuoi pensieri perchè ne sollecitano altri Hal di Kubrick e Hithchkock grazie Flavio Parenti alla prossima

Cinzia Dello Spedale
Cinzia Dello Spedale
10 mesi fa

Ciao, Flavio,
secondo me alcuni libri o film sono eterni.
L'artista non è affatto un illuso.
A presto,
Cinzia

Copyright © 
2024
 Flavio Parenti. Tutti diritti riservati.
css.php
47
0
Clicca per commentarex