Diario D'Artista
22 Febbraio 2024

#107 Il coraggio della rinuncia

iscrivitispotify
Traduzione
it
es
pt
en
fr
Diario D'artista
Diario D'artista
#107 Il coraggio della rinuncia
Loading
/

Viviamo spesso in quello che viene anche chiamato "il dilemma di Icaro".

Icaro, figlio di Dedalo, lo visse nel momento in cui decise, andando contro il suggerimento del padre, di avvicinarsi troppo al sole. Come spesso succede, i miti greci ci aiutano a definire i nostri problemi e, a volte, a trovare proprio attraverso queste storie soluzioni per la nostra quotidianità. È questa la vera forza del mito, poiché non esemplifica un esempio preciso, bensì rappresenta piuttosto una metafora ad ampio raggio, che echeggia dentro di noi in maniera libera.

Icaro, figlio dell'architetto che costruì il labirinto in cui Minosse volle nascondere il minotauro, fu incarcerato insieme al padre all'interno del labirinto. Non avevano scampo: sarebbero presto stati uccisi e mangiati dal mostro, e nemmeno Dedalo era capace, tanto era complicato il labirinto da lui costruito, di trovare la via d'uscita. Così, insieme al figlio, decise di recuperare cera e piume d'uccello, con le quali fare ali per librarsi sopra le grandi mura e volare via dalla minaccia.

Il padre, premuroso e ferito nell'anima da un evento accadutogli in gioventù, quando il nipote, Taio, per eccesso di zelo festeggiò convinto di aver inventato lui la sega (che invece fu creata da Dedalo) e così facendo precipitò da un terrazzo e Taio morì tragicamente. Così Dedalo si preoccupava molto di dire al figlio di non avvicinarsi al sole, poiché la cera si sarebbe sciolta.

Sole… metafora del desiderio.

Sappiamo bene come andò. Il giovane, ebbro di libertà e di volo, desiderò salire verso il sole, toccarlo con mano e, chissà, magari incontrare il Dio che lo trascinava nel suo carro. Ahimè, proprio come aveva previsto Dedalo, le ali del figlio si sciolsero e Icaro precipitò rovinosamente nel mare, sparendo per sempre.

Tutti noi viviamo questo dilemma tra la razionalità e il desiderio. L'artista, per esempio, deve decidere quando fermarsi. Quando eccede nel darsi troppo, nel fare della sua fragilità un punto di contatto con chi lo segue, esponendo ferite ancora fresche che avrebbero bisogno di solitudine per rimarginarsi. Oppure quel momento in cui bisogna scegliere tra i soldi o la visione. Insomma, i dilemmi sono molteplici e, come ho detto all'inizio, si presentano a ogni uomo e donna di questo mondo, non solo agli artisti.

Quante volte vi siete trovati a dover fare una scelta, una decisione? Decidere: tagliare la testa alla vittima. La scelta, qualunque essa sia, è quindi una rinuncia. Ed è proprio in quella rinuncia che forgiamo il nostro carattere e definiamo, come le ali della farfalla, il nostro lontano futuro.

Ricordo bene quando decisi, molti anni fa, di rinunciare alla mia posizione vantaggiosa dentro al teatro stabile di Genova (ero un giovane regista pieno di promesse) per inseguire sogni di gloria nel cinema e nella televisione a Roma. Fu una scelta drastica, che cambiò per sempre la mia vita.

Quest'anno, per me, sarà all'insegna della scelta e del coraggio della rinuncia. La saga dell'anello di Saturno affronta questo dilemma nel suo senso più profondo, ma anche il videogioco che abbiamo creato con Untold Games gira attorno al concetto di scelte e ripercussioni. Piccole scelte, "atomizzate", ma che se messe una dopo l'altra, generano storie completamente diverse. E dovrò occuparmi a pieno dei semi da me seminati, e questo significa che ho dovuto rinunciare ad opportunità attoriali.

Vi lascio il link al trailer del videogioco, semmai foste curiosi di scoprire questo altro "lato" di me: City 20 - Official Announcement Trailer

E voi? Qual è la scelta che avete fatto che più di tutte vi ha definito come persone?

Vi aspetto nei commenti.

Alla prossima pagina

Rimaniamo in contatto. Ricevi ogni settimana il mio podcast nella tua casella di posta elettronica. É gratis 🎁
iscriviti
condividi questa pagina con chi potrebbe apprezzarla
Commenti dopo il banner
Luca e Anna, due adolescenti inquieti, si incontrano ad Anagni nell'estate del 1995. Lui, un parigino strappato alle sue radici; lei, una ribelle che fugge dalle tradizioni locali. Scopriranno una leggenda: chi troverà l'Anello di Saturno avrà il potere di cambiare il proprio destino.
Tocca e leggi la sinossi

L'Anello Di Saturno

Una saga romance fantasy, d'Amore e Destino.
ADS_Banner_Scopri_di_piu
Leggi gratis
0 0 voti
Voto
Iscriviti alla discussione
Notifica di
guest
39 Commentsi
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Dina
Dina
3 mesi fa

Arrendersi non significa sempre essere deboli; a volte significa essere forti abbastanza da lasciar perdere.
(Marilyn Monroe)
Sono d’accordo in parte con questa affermazione, perché
è proprio in quella rinuncia che forgiamo il nostro carattere e definiamo, come le ali della farfalla, il nostro lontano futuro, però, a volte, dobbiamo avere il coraggio di perseguire i nostri desideri se ci crediamo fortemente, anche se siamo consapevoli dei rischi . Un caro saluto

Elisa
Elisa
3 mesi fa

Io ho scelto di essere libera
...ho scelto di non mentire più a nessuno nemmeno a me stessa...io ho scelto di essere ciò che sono...io ho scelto di essere vera...non è stato facile ho rinunciato a tanto ma sono orgogliosa di ciò che sono oggi e non ho nè rimpianti nè rimorsi...

Paola Orlando
Paola Orlando
3 mesi fa

Molto interessante il trailer del tuo videogioco😍😍👏😉grazie per averci mostrato anche questo aspetto della tua personalità... 😍💙... Eh si la vita è fatta di scelte e di rinunce e non sempre si indovina su tutto... Le mie scelte sono state sempre sbagliate ad esempio..e l ho capito tempo dopo... 😅🤦🏼‍♀️Ciao kiss😘💋

Ida Alimena
Ida Alimena
3 mesi fa

Penso proprio che le piccole scelte quotidiane determinino la nostra vita. In fondo, in qualche modo, anche le nostre grandi scelte forse derivino dalle nostre esperienze, fatte anche con le nostre decisioni, a volte anche "al buio"

Emanuela
Emanuela
3 mesi fa

Dal Tuo racconto bellissimo e raccontato sempre con grande eleganza:
“Quante volte vi siete trovati a dover fare una scelta, una decisione? Decidere: tagliare la testa alla vittima. La scelta, qualunque essa sia, è quindi una rinuncia. Ed è proprio in quella rinuncia che forgiamo il nostro carattere e definiamo, come le ali della farfalla, il nostro lontano futuro.”
Già ma intanto mi sto rifacendo una nuova Vita ….ciao Flavio e grazie✌️✌️🦅

Emanuela
Emanuela
3 mesi fa
Rispondi a  Flavio Parenti

Con me stessa , riprendo in mano la mia Vita…in questo senso ciao

Antonella
Antonella
3 mesi fa

Caro Flavio,
È un piacere ed ascoltarti in questi temi così profondi. La vita ci mette di fronte a cambiamenti obbligati, sto inseguendo il mio sogno al momento di scrivere e recitare poesie, in futuro non so, "So di non sapere".
Una nuova avventura ho scritto una poesia per ogni Fiore di Bach spinta dalla mia formazione nel settore.
Spero che arrivino tali poesie così da poter aiutare le anime.
Piano piano si prosegue.
Un abbraccio forte

Assunta
Assunta
3 mesi fa

Mi stupisci nella tua profondità di raccontarti e raccontare. Decisioni be x me sono all'ordine del giorno essendo il capofamiglia e avendo x ragazzi aramai adulti. Alcune volte tocca a me prendere decisioni importanti anche per loro. Icaro che dire alcune volte bisogna rischiare anche a codto di bruciarsi le ali o di sparire. Rimane comunque sempre traccia di noi e questo è importante lasciare una traccia positiva che possa servire anche agli altri. Del resto prima o poi dobbiamo comunwue andarcene, ma rimane la nostra impronta in questo mondo, che sia fisica energetica o spirituale.

Copyright © 
2024
 Flavio Parenti. Tutti diritti riservati.
css.php
39
0
Clicca per commentarex