25 Settembre 2023

Che cos'è il successo?

Aver tanti fan? Eseguire le proprie ambizioni? Sentirsi apprezzati? Si, forse, tutto questo è successo. In questo articolo ci addentriamo nel discorso de "Il successo, è successo" di Carmelo Bene, per capire se l'artista può, o meno, ambire al successo. Entriamo in questo viaggio filosofico-artistico per capire la grandezza del successo raggiunto e la fragilità degli artisti.
Diario D'artista
Diario D'artista
Che cos'è il successo?
Loading
/

Ricordo quando, in una notte dei primi del 2000, vidi per la prima volta Carmelo Bene parlare al Maurizio Costanzo Show. Fu una rivelazione.

Non ho purtroppo mai avuto la fortuna di vedere CB dal vivo, a teatro, ma la sua esibizione intellettuale, filosofica e retorica che diede al teatro Parioli di Roma mi colpì particolarmente.

Negli anni, l'ho rivista più e più volte, quasi ad impararla a memoria. Ho visto anche la sua seconda esibizione, non così brillante, eppur fenomenale.

Una frase che disse mi colpi, quando parlò del successo. Disse: "Il successo, è successo." Ci misi un po' di tempo a comprenderla. Carmelo Bene non amava spiegare quel che diceva, lasciava l'onere della comprensione all'ascoltatore, proprio per via di quel percorso che ognuno di noi deve compiere verso la conoscenza.

Insomma, ragionando su quello che sembrava, di primo acchito, un affermazione lapalissiana, compresi che non era così. Il successo (inteso come popolarità, fortuna, riconoscimento) è "successo" (inteso come verbo, accaduto, nel passato).

Ecco, il successo, è successo. Il successo è già passato. É dietro di noi, e quindi, in un certo senso, è irrilevante.

Ma è davvero così, possiamo, in quanto artisti, non ambire la successo?

Io ci provo, seguo le mie passioni, amo l'atto artistico, che sia la scrittura, la recitazione o altro. Ma non riesco a non desiderare, dentro di me, il successo. É una mia debolezza, lo so, una vanità che non riesco ad ignorare. Penso che sia perchè una parte di me vuole essere riconosciuta, amata, desiderata.

Il desiderio di successo è una forma di fragilità mista ad ambizione. Un'alchimia tipica dell'artista. Il successo non è per forza economico - anche se poi, in fondo, la manifestazione evidente del successo si trova nelle tasche dell'artista, sempre che sia vivo - Il successo, per l'artista, è amore.

Amore, inteso come essere amato, far parte, seppur da fuori, di una comunità. Essere riconosciuto per ciò che si è. L'artista di successo diventa qualcosa del quale si può discutere, ma che non può essere messo in discussione. É riconosciuto proprio come artista.

Ecco, questo per me - e credo per molto altri - è la forma più alta di successo.

Dicono che nella carriera d'attore, i primi 40 anni siano i più difficili, superati quelli, si può dire di essere un attore di successo. Chissà per uno scrittore. Nella letteratura, si sa, il successo, a volte arriva troppo tardi, quando l'autore non è che un ricordo. Un nonno lontano.

Il tempo ha il senso dell'umorismo, si potrebbe dire: Il "successo" arriva nel futuro. Un inversione ironica che sicuramente ha dato a generazioni di uomini e donne dalla raffinata sensibilità frustrazioni terribili. 

Che cosa è quindi il successo? Raggiungere i propri sogni? Accontentarsi di ciò che si ha? Accettare che la vita è un viaggio continuo che non troveremo pace se non alla fine di esso?

Non lo so, ma continuerò a cercarlo in tutte le sue sfumature fino a che, un giorno, forse, capirò di averlo avuto sempre con me, nella tasca del mio cuore.

Alla prossima pagina.

Ricevi i prossimi articoli via mail 📩

Leggi. Viaggia.

Scopri un'avventura fantastica ed esistenziale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

32 commenti su “Che cos'è il successo?”

  1. Ciao Flavio, perché il successo significa cose diverse per ogni persona. Tutti vogliono avere successo, sia nella vita personale, nel lavoro, in amore... ma, quando il successo arriva, può anche "scomparire" rapidamente. Da artista quale sei, credo che dovresti aspirare al successo! Una volta completata ogni fase, il successo di ciascuna fase svanirà, ma ciò che conta è sentirsi soddisfatti, godere di ciò che facciamo e ricevere feedback! La soddisfazione: "Ho fatto quello che volevo, ho avuto successo, mi sento realizzato, ora segue un'altra tappa...", la penso così. Complimenti

  2. il successo di aver realizzato un impegno preso con me stessa, e sono tanti gli impegni che uno prende con se stesso da condividere con altri

  3. Penso che il successo o meglio un giusto desiderio di successo possa essere uno stimolo a crescere e migliorarsi. Il successo già successo può essere anche una meritata gratifica che sprona a fare altro

  4. L'anima e il tuo cuore li trasmetti molto bene in ogni cosa alla quale ti dedichi o ti sei dedicato... Sono visibili diciamo... E il successo serve serve a migliorare noi stessi, a cercare di raggiungere i nostri obiettivi e a non arrenderci mai.... Bravo sempre💙💙✨✨👏👏

  5. Molto intrigante questa pagina, Flavio, ed emozionante. Sei stato davvero bravo, senza rinunciare alla semplicità e alla chiarezza espositiva.
    Anche Claudio Baglioni che si diletta a riflettere sulle parole , loro assonanze variazioni… e sinonimi…, essendo oltre che cantautore, ottimo conoscitore della nostra lingua e interessante scrittore, ha espresso lo stesso concetto di Carmelo Bene, anzi pensavo fosse suo, originale.
    In effetti successo è participio passato quindi è giusta l’osservazione in merito, in linea con la definizione ufficiale del termine.
    Ma se si parla di abilità di far accadere determinate cose…, in ambito artistico penso significhi essere riuscito l’Artista a toccare emotivamente nel profondo il più vasto numero di fruitori del suo prodotto , emozionandoli delle sue stesse emozioni, creando una vera e propria corrente di consonanza emotiva, quasi per magia( ritorno a Baglioni, “grande mago”!.
    A questo credo tenda un vero Artista più che a gonfiare il suo portafoglio… e sì in definitiva ad essere AMATO , RICONOSCIUTO, DISTINTO e PREFERITO dai suoi seguaci, cosi da risultarne profondamente gratificato, come dici tu poeticamente, con la percezione di averlo il successo sempre avuto “nella tasca del cuore”.
    È del resto risaputo che ogni Artista è profondamente narcisista e quindi naturale questo meccanismo di attesa corrispondenza da parte dei suoi fan ai quali un vero Artista si dovrebbe dedicare con il massimo impegno e generosità, , dando il meglio di sé.
    In senso lato il successo credo sia realizzare ciò che preme a ciascuno e lo rende felice, i propri desideri, i propri progetti.Come è stato studiato il rapporto tra narcisismo e creatività.
    A volte Artisti dotati non riescono a sfondare perché nell’affermazione artistica e non concorrono anche vari altri elementi, una serie di concause che potrei sinteticamente definire il gioco della fortuna…
    A te ne auguro molta, ma già ho riconosciuto oltre che nella tua attività attoriale, nel tuo impegno e nella tua passione nello scrivere, i segnali di un prossimo sicuro successo anche come scrittore. Comunque hai gua vinto, strada facendo… raccogliendo consensi e amore. Grazie.
    Alla prossima pagina di diario.
    Mariangela

  6. Secondo me il successo è tutto ciò che raggiungi con la passione per il tuo lavoro, Crepet usa dire che non devi fare niente per compiacere gli altri ma per piacere a te stesso, se poi arrivano gli applausi è qualcosa in più.

22 Febbraio 2024
Il coraggio della rinuncia

In tutti noi vive Icaro: dilemmi tra razionalità, desiderio e scelte che ci definiscono attraverso rinunce coraggiose.

19 Febbraio 2024
Il potere della memoria

La memoria, uno scrigno segreto che incanta e sfugge, plasmando identità e arte, meravigliosamente misterioso

15 Febbraio 2024
Come credere in noi stessi

Come credere in noi stessi? Circondandosi di chi crede in noi, apprendendo dai maestri, curando corpo e mente e selezionando con cura ciò che nutre l'immaginario. Sono alcune delle chiavi essenziali.

12 Febbraio 2024
La fragilità dell'artista

In questo universo di dubbi, oggi mi sento fragile, temo la conclusione della mia saga e cerco un equilibrio tra volontà e destino, chiedendomi se lotto contro mulini a vento.

8 Febbraio 2024
La buona scrittura

Riflettendo sulla revisione della mia saga, capisco che separare scrittura da editing e uccidere i propri pezzi "preferiti" sono passi cruciali per migliorare.

5 Febbraio 2024
Il talento della volontà

Dubitare del proprio talento è normale, ma scoprire che la volontà aiuta a superare le incertezze mi conforta.

1 Febbraio 2024
Una sorpresa per te

Discuto dei limiti della densità della mia prosa, del mio amore per la poesia sintetica, di come voglio riuscire ad unire i due aspetti. E poi... una piccola sorpresa 🎁

29 Gennaio 2024
Un firmacopie disastroso

In questo racconto divertente, condivido la mia esperienza deludente durante un firmacopie senza adeguata accoglienza, riflettendo sull'importanza del rispetto.

Copyright © 
2024
 Flavio Parenti. Tutti diritti riservati.
css.php