5 Ottobre 2023

Il destino esiste?

Esploro il tema del destino: un tema religioso, filosofico, ma anche un tema chiave nell'arte. Nella saga che sto scrivendo, i personaggi affrontano casi e coincidenze mentre nella vita reale, la volontà dell'anima ha un nome: l'amore.
Diario D'artista
Diario D'artista
Il destino esiste?
Loading
/

Nell'Anello di Saturno, affronto il tema del destino. Un tema quasi religioso, in un certo senso. Lo affronto in maniera leggera, romantica, ma non posso esimermi, di tanto in tanto, di scendere in una parentesi esistenzialista.

Credo di avere una naturale inclinazione verso la riflessione, il pensiero interiore, e appunto l'esistenzialismo.

Nella saga, i miei personaggi affrontano "casi" e "coincidenze", che tutto sono tranne che questo, perchè in fondo sono io, in quanto scrittore, ad averli prodotti. I personaggi dei miei libri sono destinati, per sempre, a fare le azioni che ho immaginato per loro.

Si potrebbe quasi pensare che le storie, che siano letterarie, cinematografiche o videoludiche, siano come dei gironi danteschi in cui le creazioni si ritrovano a dove vivere ciclicamente e per sempre i desideri del demiurgo.

Nell'arte, il destino è l'artista, che dipinge, immagina o costruisce qualcosa che la sua anima ha partorito, e destina - appunto - l'opera all'eternità.

Ma nel mondo reale? Voi credete che ci sia il destino? L'astrologia, per esempio, definisce le strade possibili per ognuno di noi in base agli astri, che ci dicono chi siamo e come potrebbe essere la nostra vita.

Si potrebbe dire che anche le religioni hanno anche loro una forma di destino implicito, dal momento in cui tutto è "opera di Dio", e quindi vi è un grande disegno.

Sono cresciuto un una famiglia agnostica e razionalista, sono un amante della scienza, ma sono anche molto curioso e aperto ad ogni interrogativo. Verso i 20 anni mi sono appassionato di astrologia, con la volontà, però, non di scoprire il mio futuro, ma me stesso. Trovo che sia uno strumento interessante per l'esplorazione di noi stessi. Per guardarci allo specchio e cercare, tra le definizioni e i suggerimenti della carta natale, cosa ci piacerebbe essere. Sono proiezioni e a volte "profezie che si autorealizzano" come direbbero.

La profezia che si autorealizza è quella cosa nella quale crediamo così tanto che la facciamo diventare vera solo per avere ragione. É uno strumento molto potente, alla base di moltissime scuole di "self-improvement", filosofie orientali ma produce anche errori madornali. Eh sì, perchè se, per malaugurata fortuna, ci convinciamo di qualcosa di negativo o di sbagliato come per esempio, che "tutti gli uomini sono cattivi." Faremo di tutto per avere ragione e provarlo agli altri. Quindi ci circonderemo solo di coloro che proveranno il nostro punto, cioè in questo caso, di uomini cattivi.

Insomma, ci auto produciamo un destino negativo.

E la volontà in tutto questo? Esiste, può lottare?

Nella mia saga, la volontà dell'anima ha un nome, si chiama "Amore". L'amore può tutto, può rompere le regole stabilite, unire l'inconcepibile e molto di più. É una potenza creativa, ma anche distruttiva e, nell'Anello di Saturno, l'amore sarà il protagonista assoluto, ma invisibile, di tutto.

La mia sfida personale è riuscire a completare i cinque volumi e uscire con il primo volume a Giugno 2024. Poi pensavo di pubblicare un volume ogni 3 mesi, questo vorrebbe dire che l'ultimo volume uscirebbe a giugno dell'anno dopo. Cosa ne pensate? 3 mesi tra un volume e l'altro sono troppo tempo? O troppo poco tempo?

Vi aspetto nei commenti,

Alla prossima pagina.

Ricevi i prossimi articoli via mail 📩

Leggi. Viaggia.

Scopri un'avventura fantastica ed esistenziale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

53 commenti su “Il destino esiste?”

  1. I love the question. I read so many books about it! Sort of about it. I feel I come closer to an answer, if I try to look very honestly at my present and past. To try and see what makes sense and less imply it myself with the aid of my present knowledge of how things turned out. Then for me, sense comes into focus: The sense of choice.
    About time to write I thought: Taking time, however long, it is not a weakness, more a skill. If we done with heart and if we make use of our experience. It makes life beautiful.
    Hurrying under the “destiny” of self made fixed terms, as you wonderfully explained, might be nice to have but crooked at the same time. Being so sensitive, you’ll know if and what to alter about that plan, if necessary, while following your goals & visions.
    And for our reality, I agree with your saga! Love is the force of the will, isn’t it? The only force, sometimes so sudden and easily conquering the rest. try to define that… A dynamic force. It “prevails all things”. Also this constructive energy, which we are able to use, we are “allowed” to feel. To me, in there lies a possibility to perceive a subtle and silent will of a greater force, yes. But still our soul is our own. No particulars are predetermined, but we are free to discover and evolve, as we learn or feel inclined to do something- which is the whole fun of our existence. I believe, we feel better, when we are in tune or in harmony with life, though. When I look closely, there is rhythm and harmony in nature everywhere. So - to me, it’s the best thing, that our own “music”, we can create ourselves. We need to: creativity makes us so happy.

  2. Secondo me tre mesi da un libro all'altro è un tempo giusto. 😉
    Il destino secondo me esiste ma noi possiamo influenzarlo.

  3. Grazie mille! Mi piace molto ascoltare suo libro! Si destino esiste, importante che noi sappiamo vivere con amore e dedizione! Aspetto con piacere prossimo racconto! Grazie, grazie !❤️

  4. Intanto non vedo l'ora di leggere la tua prossima opera, per la scelta dei tempi non posso pronunciarmi perché ogni artista hai i suoi, sicuramente la tua sarà ponderata e adeguata. In bocca al lupo

  5. Concordo pienamente con quello che dici sul destino la penso al tuo stesso modo! Il destino se esiste fa succedere le cose belle o brutte che siano ad ogni persona ed elimina anche a volte il male eliminando i problemi che le persone hanno quando hanno a che fare con persone cattive!

  6. Bellissima nuova pagina complimenti Flavio! Secondo me non è troppo presto per pubblicare i volumi di scritti è un tempo giusto a mio avviso!

  7. Esiste il destino, ma ognuno a volte è artefice del proprio destino. La volontà? La volontà direziona, sceglie, è fermamente determinante. E poi che dire non tutto passa al vaglio di scelte di volontà ma semplicemente un incastro che poi si sbrogliare da solo per giungere al dunque. Sarà destino? Boh..chissà!
    Questa pagina d' autore è troppo bene articolata per rispondere in due righe...ci sarebbe di più su cui confrontarsi.
    Complimenti artista.
    Sabrina G.

  8. Io credo molto nel destino e spesso siamo noi stessi gli artefici.... Dipende dai punti di vista molteplici in questo argomento.... ✨Per quando riguarda l uscita dei volumi della tua saga penso che un periodo di 3 mesi fra uno e l altro vada bene.... Complimenti per il tuo lavoro📖💙😍

  9. Esiste il destino, ma ognuno a volte è artefice del proprio destino.
    La volontà? La volontà direziona, sceglie, è fermamente determinante.
    E poi che dire non tutto passa al vaglio di scelte di volontà ma semplicemente un incastro che poi si sbroglia da solo per giungere al dunque. Sarà destino? Boh...chissà!

    Questa pagina d' autore è troppo articolata bene per rispondere in due righe...ci sarebbe di più su cui confrontarsi.
    Complimenti, artista.

  10. Buongiorno, Flavio.
    Difficile rispondere, preferisco restare in ascolto di quanto ci dirai con la tua saga.
    Molto interessante quanto affermi circa il destino dei personaggi di invenzione, deciso dall’Autore secondo il suo progetto creativo.
    Penso che tre mesi tra la pubblicazione di uno e l’altro libro sia lasso di tempo congruo per un lettore appassionato allo sviluppo del racconto de “L’anello di Saturno”.
    Pensare a una dipendenza dagli astri mi affascina certo, ma non ho mai approfondito la conoscenza della astrologia , educata alla fede
    cristiana cattolica che dà risposta sicura diversa.
    Personalmente ho sempre creduto nel potere della nostra volontà decisionale per dirigere la nostra vita, nel bene e nel male ( credo per tendenza caratteriale) e ho super valutato il potere dell’amore (tutto sta poi a vedere se di amore davvero si trattava). Forse troppo tempo ho perduto in cattivi investimenti per eccesso di fede nel mio sentimento e nel binomio volere/ potere.
    Aspetto ora con vivo interesse di leggere la tua opera narrativa e ti auguro buon proseguimento di scrittura.
    Grazie. Alla prossima pagina. Felice Domenica a te e famiglia.Mariangela

  11. Ciao Flavio, se esistesse il destino? buona domanda! Suppongo che per alcune persone sì, per altre no. Credo che siamo noi a creare il nostro destino. In termini di religione è complicato, sono religiosa, credo in Dio. A volte ci succedono delle cose nella vita e diciamo: "era già destino...", ma per me forse sono più coincidenze. Se il destino esiste? Lascio aperto il topic! Complimenti

  12. L’Artista, come dici, è un Dio creatore umano, un tessitore di destini che non concede libertà alle sue creature, fissandole per l’eternità. Solo a noi osservatori/lettori, resta, poi, la libertà di interpretarle in maniera del tutto personale. Ho sempre concepito l’Arte come forma di eternità in terra, una proprietà dell’uomo...anche se l’uomo è proprietà di Dio - This is man God’s property - come non pensare a “Goltzius” un’opera immensa, una tua grande interpretazione, indimenticabile Prima di Mantova 08/10/2014 ! Un Dio creatore che ci inserisce nel grande disegno, consegnandoci una patente di libero arbitrio. Quindi un destino a metà, da finire di modellare con le nostre scelte. Io lo vedo così. L’Amore, come volontà dell’Anima, mi sembra rispecchi molto il pensiero cristiano, perché se è l’Amore che ha spinto il Dio dei cristiani a creare l’uomo, questo Amore è stato messo certamente nell’anima, con la libertà di scelta tra bene e male, per questo deve lottare. Sulla potenza dell’Amore non ha dubbi Dante “L’amor che move il sole e l’altre stelle…” l’icona di oggi sembra proprio un paesaggio dantesco. Purtroppo l’amore ai nostri tempi è più distruttivo che costruttivo, ma non posso pensare che sia amore, ne indossa solo la maschera. Per l’anello di Saturno, un intervallo di tre mesi tra i volumi, penso sia giusto: c’è il tempo di leggere, riflettere, discutere, recensire senza troppo rivelare, e alimentare le aspettative. Belle come sempre le tue riflessioni. Buon week end a te e family.

  13. Sempre belle le tue riflessioni. Il destino penso che esiste ma noi dobbiamo in qualche modo guidarlo cercando di non disperarci e di non cedere alla negatività. Poi certo nella vita quel pizzico di fortuna ci vuole e ce lo auguriamo tutti. Ti faccio i miei migliori in bocca al lupo per i tuoi volumi. Il tempo richiesto ok!

  14. ... fra un libro e l'altro meglio più di tre mesi, direi forse sei mesi? Intanto incrocio le dita per l'uscita del primo a Giugno'24😉. Il destino esiste quando è il caso che decide per te, tutto il resto è "volontà di potenza"...

22 Febbraio 2024
Il coraggio della rinuncia

In tutti noi vive Icaro: dilemmi tra razionalità, desiderio e scelte che ci definiscono attraverso rinunce coraggiose.

19 Febbraio 2024
Il potere della memoria

La memoria, uno scrigno segreto che incanta e sfugge, plasmando identità e arte, meravigliosamente misterioso

15 Febbraio 2024
Come credere in noi stessi

Come credere in noi stessi? Circondandosi di chi crede in noi, apprendendo dai maestri, curando corpo e mente e selezionando con cura ciò che nutre l'immaginario. Sono alcune delle chiavi essenziali.

12 Febbraio 2024
La fragilità dell'artista

In questo universo di dubbi, oggi mi sento fragile, temo la conclusione della mia saga e cerco un equilibrio tra volontà e destino, chiedendomi se lotto contro mulini a vento.

8 Febbraio 2024
La buona scrittura

Riflettendo sulla revisione della mia saga, capisco che separare scrittura da editing e uccidere i propri pezzi "preferiti" sono passi cruciali per migliorare.

5 Febbraio 2024
Il talento della volontà

Dubitare del proprio talento è normale, ma scoprire che la volontà aiuta a superare le incertezze mi conforta.

1 Febbraio 2024
Una sorpresa per te

Discuto dei limiti della densità della mia prosa, del mio amore per la poesia sintetica, di come voglio riuscire ad unire i due aspetti. E poi... una piccola sorpresa 🎁

29 Gennaio 2024
Un firmacopie disastroso

In questo racconto divertente, condivido la mia esperienza deludente durante un firmacopie senza adeguata accoglienza, riflettendo sull'importanza del rispetto.

Copyright © 
2024
 Flavio Parenti. Tutti diritti riservati.
css.php